F1 | Turrini: “Ho delle perplessità sull’attuale gestione Ferrari”

E’ Leo Turrini che intervenendo a Pit Talk giudica così il lavoro svolto fino ad ora dai vertici Ferrari: 

Formula 1 –  Pit Talk – F1 –

Io ho delle forti perplessità sull’attuale gestione della Ferrari e non parlo nello specifico del reparto corse. Penso che ci vorrebbe in Ferrari una leadership forte, questa è un’azienda che nel corso degli anni ha avuto tre figure carismatiche:  il Drake, Monetezemolo e Marchionne.

Adesso abbiamo a John Elkann e lo ricordiamo tutti che un anno fa a Baku con la macchina quasi doppiata dichiarava che se ne andava contento perché all’ultimo giro avevamo conquistato il punto del giro veloce.

Per questo ho delle riserve, perché mi piacerebbe ci fosse una consapevolezza diversa da parte dei vertici. Poi gli azionisti sono loro che decidono e Elkann è anche il presidente di FCA e qui facciamo fatica a dire dovrebbero mettere un altro perché paradossalmente è lui che dovrebbe decidere di mettere qualcuno al suo posto.

Poi sollecitato da Antonio Granato, Turrini aggiunge un’idea che in passato aveva già avanzato:

Io ho sostenuto pubblicamente mesi fa che indiscutibilmente Andrea agnelli con la Juventus di essere molto competente e competitivo e da ragazzo lavorava in Ferrari, se una squadra di calcio vince nove scudetti consecutivi un merito.