F1 | Imola: doppietta e titolo Mercedes, Ferrari sotto le aspettative

La Mercedes conquista a Imola non solo l’ennesima doppietta ma anche il settimo titolo mondiale costruttori della sua storia. La Renault finisce ancora sul podio con Ricciardo mentre la Ferrari ha mancato gli obiettivi. 

| a cura di Francesco Svelto e Alessandro Francese

Una gara emozionante per la location, per le tante emozioni che il circuito rievoca. Una gara che era attesa per i tanti dubbi e interrogativi di come queste F1 moderne potevano comportarsi su un circuito che mancava dal calendario da quattordici anni.

Ne è uscita una bella gara, forse priva dei sorpassi – come ci si aspettava alla vigilia – ma non avara di emozioni e colpi di scena. A vincerla è stata Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas. L’ennesima doppietta Mercedes è quella che vale il settimo mondiale costruttori (nonché consecutivo) alla Mercedes AMG F1. Un traguardo che rappresenta il nuovo record assoluto nella storia della F1.

La gara ha vissuto, dicevamo, di tanti colpi di scena. Se Bottas ha comandato nella prima parte di gara per poi passare la leadership a Lewis Hamilton in occasione delle soste ai box, la lotta per il podio ha visto una battaglia continua tra Max Verstappen e lo stesso Bottas per tanti giri. Fino a che la Red Bull dell’olandese, poche tornate dopo aver sverniciato la Mercedes del finnico con una manovra stupenda, finisce la sua corsa mestamente nella ghiaia della Villeneuve con la gomma posteriore destra distrutta. La delaminazione è stata causata probabilmente dall’aver colpito un detrito a bordo pista. Ma è ancora da appurare in maniera precisa.

Le Ferrari si sono comportate bene ma non benissimo. Se da un lato la Ferrari – di Leclerc – è stata molto spesso a ridosso del podio (cosa non sempre capitata in questo mondiale 2020), è mancata clamorosamente alla chiamata del podio, più facilmente raggiungibile oggi causa l’incidente di Verstappen di cui sopra e l’ennesima gara scialba di Alex Albon. Invece no. Il podio non è arrivato – è andato nuovamente a Daniel Ricciardo e alla Renault (sarà contento Alonso!) – ma addirittura nel finale di gara la Ferrari ha dovuto soccombere anche agli attacchi della AlphaTauri, protaginista di un weekend davvero gagliardo. E quindi ecco che l’obiettivo di Maranello di stare in pianta stabile a ridosso dei primi è di nuovo andato a sbattare con la realtà della pista.

Dicevamo di Renault e AlphaTauri. Sono loro le vere protagoniste del weekend di Imola. Se la prima ha raggiunto il podio (il secondo in tre gare, ufficializzando la reale crescita di prestazioni del team francese), anche la scuderia che risidere a pochi km dallo stesso circuito di Imola ha fatto davvero bene, protagonista di un quarto posto in qualifica con Gasly e di un quarto in gara con Kvyat. Un bell’andare per il team che affonda le proprie radici nella vecchia e gloriosa Minardi. Citazione finale per le due Alfa Romeo giunte a punti.

Di seguito il riepilogo audio della gara:

Ascolta “Cronaca del GP dell’Emilia Romagna di F1 2020” su Spreaker.

Di seguito la classifica del GP dell’Emilia Romagna 2020:

https://twitter.com/fia/status/1322902235861450752?s=20