F1 | Stirano: “Ferrari non può accontentarsi di questi risultati”

L’ingegner Giorgio Stirano ci racconta le sue opinioni sull’attuale situazione dirigenziale in Ferrari a fronte dei pessimi risultati emersi negli ultimi due anni.

Un altro weekend di F1 va’ via e insieme ad esso, anche una nuova puntata di Pit Talk.

Nell’ennesimo copione già scritto, che vediamo GP dopo GP, ci sono dei piccoli miglioramenti anche in casa Ferrari.

Con l’ing. Stirano, ai microfoni di Pit Talk ci si sofferma su questo, ma anche sulle quasi inesistenti mossa portate avanti dalla dirigenza del cavallino rampante per arginare gli scarsi risultati degli ultimi tempi.

“All’epoca di Schumacher, Todt veniva da anni di successi e arrivato lì sapeva come gestire una squadra. Brawn aveva vinto da tutte le parti, hanno collaudato il sistema e allora lo fai. Ho letto una nota di Marco Fainello, uno dei pilastri della Ferrari di Schumacher, dove afferma che ci vogliono almeno tre anni per far funzionare una squadra a livello tecnico e organizzativo. Bisogna sapere cosa fare alla fine dei 3 anni… attualmente non la vedo benissimo.”

Stirano fa un paragone con l’inarrivabile dominio del periodo Schumacher, dove il team Ferrari rasentava la perfezione sotto tutti gli aspetti.

In particolar modo si focalizza su quelli che sono i background delle personalità che gestivano la squadra nei sei anni di dominio rosso.

Erano tutte personalità vincenti, di spicco, con un trascorso estremamente solido nel mondo del motorsport e della F1.

Gente che sapeva il fatto suo.

“Questa euforia di Binotto viene fuori dal fatto che Leclerc è stato davanti ai “secondi”, McLaren, Racing Point e AlphaTauri. La Ferrari non può accontentarsi di questo, ed è proprio questo il problema. Quando prendi 1 secondo dagli altri e lo porti a casa…io non sono così contento.”

I pessimi risultati maturati nel corso del 2020, hanno quasi ridimensionato il modo di pensare del TP della Ferrari, quasi ad accontentarsi di questi risultati, che per una scuderia come quella di Maranello, sono frivoli.

La situazione in Ferrari è estremamente critica, Stirano lo fa capire specialmente nelle scelte e nelle dichiarazioni che vengono fuori dal mondo Ferrari.

Ad oggi sembra che tutti si stiano abituando all’eccellere nella mediocrità da parte della Ferrari, ma è quanto di più sbagliato si possa fare, specialmente a fronte di una scuderia storica come quella italiana.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: