F1 | Russia: Alfa Romeo, Giovinazzi sfiora i punti, indietro Raikkonen

Nel GP di Russia l’Alfa Romeo sfiora la top-ten grazie ad una bella gara di Antonio Giovinazzi. Dopo diversi GP sottotono il pugliese torna a mostrare qualche bel segnale positivo, saranno state le voci di conferma per il 2021? Raikkonen invece ha concluso nelle retrovie.

Piccoli segnali che lasciano ben sperare in casa Alfa per i prossimi GP. Nel GP di Russia il team Alfa Romeo Racing è riuscito a sfiorare la zona punti con Antonio Giovinazzi. Il pilota pugliese ha concluso undicesimo dopo essere partito dalla diciasettesima posizione. La gara di Antonio a differenza delle ultime è stata molto solida, senza errori, dopo aver tenuto un buon ritmo per tutta la corsa. Per una volta la strategia del muretto box non ha penalizzato la gara dell’italiano. Inoltre, la monoposto italo-svizzera ha dimostrato di difendersi meglio del previsto nella pista di Sochi.

L’italiano è giunto a pochi secondi dalla decima posizione conquistata da Albon, tenendo dietro di se vetture più competitive sulla carta rispetto alla sua Alfa Romeo.

Evidentemente Antonio dev’essersi un po’ tranquillizzato sul fatto che probabilmente rimarrà in F1 anche nel 2021, sempre con la scuderia diretta da Vasseur.

Ora questo GP di Russia deve rappresentare un punto di ripartenza per il pilota di Martina Franca. Soprattutto in previsione degli ultimi appuntamenti della stagione.

Sino ai giorni precedenti del weekend di Sochi le indiscrezioni davano quasi per certo l’addio dell’italiano a fine stagione, ora le carte sembrerebbero essersi rimescolate. Con molta probabilità l’attuale line-up formata da Raikkonen e Giovinazzi rimarrà invariata per il 2021. L’unico punto di domanda è legato alla decisione che prenderà Raikkonen.

 

Il finlandese deciderà di restare in F1 con l’Alfa anche per la prossima stagione? L’opzione di “Iceman” scadrà nei prossimi giorni.

Speriamo che l’ex Ferrari decida di esercitare la sua opzione per la prossima stagione. La F1 ha bisogno di un personaggio carismatico come Raikkonen.

Nonostante una GP di Russia non esaltante per il finnico, la velocità di certo non gli manca.

Bello nel finale il duello con Vettel per la tredicesima piazza, anche se alla fine Raikkonen si è dovuto accontentare di restare alle spalle del ferrarista. Ma con la corsa di ieri in Russia Raikkonen ha ottenuto il record di GP disputati in F1, ben 322 al pari di Rubens Barrichello. E questo record ben presto apparterrà al finlandese.

 

Dopo la corsa in Russia, l’Alfa Romeo mantiene sempre l’ottava posizione nei costruttori, davanti alla Haas ed alla Williams. Mantenere l’ottava piazza rappresenta il massimo obiettivo raggiungibile per il team italo-svizzero, data la superiorità degli avversari.

Ora il circus tornerà tra due settimane per il GP dell’Eifel, sullo storico circuito del Nurburgring.

Un altro tracciato che ha scritto numerose pagine di storia della F1. L’obiettivo della top-ten sarà difficile per l’Alfa, ma nemmeno così impossibile.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".