F1 | Mugello: Ferrari, magra figura nel giorno dei 1000 GP

 

La Ferrari conferma i pronostici e chiude ai margini della zona punti un Gran Premio di Toscana al Mugello pieno di emozioni ma solo per gli altri.


Il Gran Premio della Toscana della Ferrari termina come ampiamente pronosticato: con tanta infamia e poca lode.

Dopo il miracolo in qualifica, Charles Leclerc si ripete in partenza. Un ottimo spunto lo colloca al terzo posto anche se per pochi giri, nel prosieguo della gara si è ritrovato alla mercé di tutti i non motorizzati Ferrari.

Sebastian Vettel è riuscito a tenersi al di fuori dalla confusione della prima partenza e anche della ripartenza dopo la safety car iniziale. 

Entrambe le monoposto non sono riuscite né ad attaccare né a provare a difendersi dagli avversari.

Evidenti le difficoltà in tutti e tre settori: lenta in inserimento in curva, lenta in percorrenza di curva.


Nelle ultime gare bisogna dire che la costanza nello sbagliare il setup è stata disarmante.

E dopo la terza ripartenza, avvenuta a 13 giri dal termine per un altro incidente, Leclerc non è neanche riuscito ad agguantare Raikkonen, a parità di power unit. 

Da notare, comunque, come i piloti sono stati costretti ad effettuare soste improvvise a causa del pesante degrado delle coperture Pirelli.

Considerando che non più di qualche mese fa, portando in pista la monoposto del 2018, la Scuderia era già andata in pista al Mugello questo non è assolutamente un buon segno. Anche per il prossimo anno.

 

Disincantato Mattia Binotto a fine gara che ha ammesso, tra le righe, lo sbaglio di fondo del progetto:

“Siamo molto delusi, non abbiamo passo gara e il risultato è stato conseguenza. In questo momento non c’è spiegazione, abbiamo un degrado evidente delle gomme e questo è a causa di questo progetto che non è facile capire. Vedremo qualche piccola novità anche nella prossima gara ma non farà la differenza. Abbiamo problemi di fondo. Dobbiamo fare quel passo indietro necessario per fare poi passi avanti!”  

 

Al netto del bando del “Party Mode”, questa, è la modalità più brutta di festeggiare i 1000 GP.

Appuntamento in Russia – circuito di Sochi – tra due settimane. 

https://twitter.com/ScuderiaFerrari/status/1305168444082487297