F1 | I dati Pirelli del GP d’Italia

  • Prima vittoria in carriera per Pierre Gasly su AlphaTauri, utilizzando tutte e tre le mescole portate da Pirelli. La bandiera rossa al 26° giro ha consentito a tutti i piloti di effettuare il cambio pneumatici ai box, riducendo il Gran Premio d’Italia a una gara sprint di 27 giri, ripartita alle 16:20 ora locale.
  • Lance Stroll (Racing Point) è arrivato 3° e ha beneficiato in un certo senso di un pit-stop “gratuito”, poiché è stato l’unico pilota a non fermarsi prima della bandiera rossa.
  • Il pilota Mercedes Lewis Hamilton è scattato dalla pole, ma ha ricevuto una penalità stop&go di 10 secondi scontata sùbito dopo la ripartenza. Al secondo via è partito 1° su Yellow medium, ritrovandosi poi in coda al gruppo dopo la penalità e arrivando 7° con pneumatici White Hard.
  • Prima della bandiera rossa si erano già viste diverse strategie, così come alla ripartenza c’è stata un’ampia varietà con tutte e tre le mescole scelte da alcuni piloti. I primi sei piloti sul traguardo hanno usato tutti pneumatici medium per la seconda metà della gara.
  • Non ci sono stati ulteriori pit stop dopo la ripartenza, anche per i piloti su Red soft (tra cui Esteban Ocon su Renault, 8° al traguardo).
  • Le condizioni meteo sono rimaste buone, con sole e caldo e con 30 gradi ambiente e 41 gradi asfalto alla ripartenza.

COME SI SONO COMPORTATI I PNEUMATICI

  • HARD C2: Scelti da Lewis Hamilton per l’ultimo stint e utilizzati dal vincitore Pierre Gasly per il suo secondo stint, sùbito prima della bandiera rossa.
  • MEDIUM C3: Usati dalla maggior parte dei piloti alla ripartenza, i pneumatici medium hanno assicurato velocità e durabilità garantendo un buon ritmo di gara sul finale.
  • SOFT C4: Utilizzati dai primi 10 al via e scelti dai due piloti Alfa Romeo e da Esteban Ocon su Renault per la seconda metà di gara.

MARIO ISOLA, RESPONSABILE F1 E CAR RACING

Le prestazioni di tutte e tre le mescole sono state molto buone oggi. La strategia di gara è stata ovviamente condizionata dalla bandiera rossa, preceduta dalla safety car, dando vita ad un gran premio insolito e molto spettacolare. Alla fine abbiamo disputato una gara sprint di 27 giri con i piloti che hanno gestito al meglio i pneumatici fino al traguardo.Congratulazioni a Pierre Gasly e AlphaTauri per una vittoria memorabile e una gara perfettamente gestita, così come a Carlos Sainz con la McLaren e Lance Stroll con Racing Point, 2° e 3° in questo incredibile Gran Premio d’Italia, dove i primi tre hanno utilizzato strategie completamente diverse.”

C2 = Hard C2 | C3 = Medium C3 | C4 = Soft C4
n = new | u = used