domenica, Novembre 27, 2022

F1 | Vettel: Trattative con Aston Martin ?

Per il pilota tedesco, il futuro in F1 potrebbe essere in rosa. Una possibilità sembra affacciarsi di nuovo per il 2021 di Vettel. E tutto questo a discapito di Sergio Perez…

Il futuro del “ragazzo di Heppenheim ” per il 2021, dopo le indiscrezioni che hanno ipotizzato addirittura un suo ritiro, potrebbe confermarsi con la sua permanenza nell’ ambito di una squadra di F1 anche per il prossimo anno.

Parecchie voci sul futuro di Vettel, infatti, si sono rincorse sui media specializzati durante il weekend del Gran Premio della Stiria, (ne avevamo parlato qui: https://www.f1sport.it/2020/07/f1-vettel-annuncio-in-vista-gia-in-stiria/) attraverso le interviste fatte ad alcuni dei team manager ai quali stato chiesto se fossero interessati a firmare con Vettel per la prossima stagione.

L’attenzione su questo argomento si è soffermata in particolare sul responsabile del team Racing Point (futura Aston Martin) Otmar che ha parlato dell’accordo a lungo termine con i suoi due piloti, Sergio Perez e Lance Stroll.

Ho già detto “, ha dichiarato il tecnico rispondendo ad una domanda di Autosport , “che è lusinghiero che tutti dicano che un quattro volte campione del mondo sarebbe venuto nel nostro team, ma forse è solo perché la nostra vettura oggi è un po’ più veloce. Ma è anche vero che abbiamo contratti lunghi con entrambi i nostri piloti, quindi sarebbe logico supporre che non abbiamo spazio.”

Uno spazio che però potrebbe non essere così blindato, secondo quanto sostiene il settimanale tedesco Bild.

Secondo la testata tedesca, infatti, sebbene Sergio Perez abbia un contratto che durerà fino alla fine del 2022, nello stesso accordo sarebbe presente una clausola di uscita che potrebbe essere attivata nel caso Vettel decidesse di confermare la sua presenza al volante della futura Aston Martin.

L’accordo, che contrattualmente dovrebbe essere concordato prima del 31 luglio 2020, sarebbe attualmente in fase di negoziazione tra Perez, i suoi sponsor e i boss di Racing Point.

Qualche accenno ad una simile possibilità è anche stato avanzato da una voce esterna alle parti in causa, quella di Chris Horner, team manager di Red Bull (che trova tra i suoi sponsor proprio Aston Martin), che ai microfoni di Sky Sports durante il GP della Stiria ha dichiarato riferendosi al pilota tedesco:

Immagino che abbia un paio di scelte disponibili, che presumo siano Racing Point, o un anno fuori per poi rivalutare le opzioni disponibili. Nel caso della scelta Racing Point, non credo che Lance verrà licenziato! Ovviamente nei contratti tra i piloti e i team, non si sa mai cosa c’è dentro, e solo il Board della squadra ne ha piena visibilità. Sono sicuro che forse hanno opzioni, o punti di interruzione, o altro. Ma non sono affari nostri.”

Un commento più deciso sull’ argomento viene anche da un campione del passato Gerhard Berger, ex capo squadra di Vettel nella sua avventura giovanile alla Toro Rosso, che intervistato dal sito f1-insider.com e dalla televisione austriaca ServusTV ha affermato:

“L’argomento è già in discussione dietro al paddock. Per quanto ne so, Perez ha un cosiddetto contratto flessibile che può essere risolto in modo relativamente semplice e posso immaginare che Sebastian andrà alla Racing Point.”

Solo il diretto interessato Sebastian Vettel, non conferma alcuna voce sul suo futuro e nelle interviste rilasciate in Austria la scorsa domenica ha dichiarato:

“Il mio futuro è ancora aperto, non è stato ancora deciso nulla. Potrei prendermi un anno di pausa ma molto è ancora possibile. L’unica cosa certa è che farò tutto il possibile fino alla fine della stagione per uscire da questo “minimo” attuale con la Ferrari”.

I deludenti risultati degli ultimi due anni lasciano a Vettel poche possibilità di scelta nell’ ambito, di una sua effettiva permanenza al volante di una F1 ma, il suo nome e l’entusiasmo di una nuova avventura all’ interno di una nuova squadra potrebbero dare una nuova prospettiva al quadri-campione, che negli ultimi tempi sembra aver perso smalto.

Si era parlato anche negli scorsi mesi di una sua possibile transizione al team inglese, anche grazie all’ appoggio di Toto Wolff che in alcune sue dichiarazioni aveva auspicato la permanenza di Vettel nel Circus anche dopo l’interruzione del suo rapporto pluriennale con la Ferrari, pur ammettendo che al momento non fossero aperte molte porte.

Solo Sebastian Vettel potrà dare le risposte che molti appassionati si aspettano anche se, nonostante la sua esperienza, i suoi 33 anni lo pongono ormai in una fase discendente della carriera, specialmente mettendo a confronto le sue prestazioni con quelle dei colleghi più giovani (Leclerc, Verstappen, Norris, Albon, Russell, ecc.) che proprio in quest’ultimo GP di Stiria hanno dato vita ad uno spettacolo di altissimo livello.

Chissà, che per Vettel il colore migliore al momento non sia proprio il rosa, dopo le gioie ed i dolori di un rosso che è stato comunque una parte fondamentale della sua carriera di pilota, il rosso della Ferrari ma anche il Rosso di un Toro che in un pomeriggio di settembre a Monza, accese la sua stella nel firmamento della F1.

3,669FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe