F1 | Verso Silverstone – Hamilton: “Sarà strano senza pubblico!”

Il pilota inglese apre la settimana del Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone con parole piene di nostalgia. Lo segue il collega Lando Norris: “Vorrei che andasse tutto bene”.

È di nuovo race week! Dopo una piccola pausa riprende il campionato di Formula 1. Prossima fermata: Silverstone. La sede storica del Gran Premio di Gran Bretagna dal 1950 quest’anno ospiterà ben due gare. Infatti, oltre al classico appuntamento annuale, avremo anche il Gran Premio del 70° Anniversario che si svolgerà tra il 7 e il 9 agosto 2020. Denominato così perché la data cade proprio in occasione del settantesimo anniversario della Formula 1. Inoltre, il direttore del circuito, Stuart Pringle, aveva messo a disposizione il tracciato per poter ospitare dodici gare del campionato del mondo, al fine di rendersi utile nella riorganizzazione del calendario, vista la sua sospensione dovuta alla pandemia causata da Covid-19.

Entrambe le gare saranno sicuramente a porte chiuse, come già stabilito poco tempo prima della ripresa. Proprio sull’argomento interviene il sei volte campione del mondo Lewis Hamilton: “Quello di Gran Bretagna è il miglior Gran Premio, grazie soprattutto ai fan. Migliaia di persone arrivano al circuito e animano lo spettacolo sugli spalti.” afferma il #44 della Mercedes. “Sarà stranissimo non vederli”.

Il pilota inglese questa volta non potrà contare sul supporto dei tifosi di casa. Di recente ha dichiarato che ciò provoca in lui una sensazione particolare: non si accorge della mancanza di atmosfera da pubblico mentre è a bordo della sua monoposto. Lì è solo concentrato sul suo unico obiettivo: vincere. Ma è quando scende dalla macchina che lo colpisce abbastanza duramente. Sensazione che sarà molto più amplificata nelle prossime due gare in territorio britannico e che gli ricorda il giorno di test prima dell’inizio della stagione, quando guidava in un circuito vuoto: “E lo sentirò nello stesso modo: vuoto. Mi ci devo abituare, perché è decisamente insolito”.

Lewis Hamilton, Stiria, Austria, 2020Naturalmente Hamilton spera che prima o poi in questa stagione, segnata dalla paura da virus che sta sconvolgendo il mondo intero, i tifosi potranno essere presenti sugli spalti. Fa riferimento a quando ha incontrato alcuni suoi fans in aeroporto. Un incontro piacevole che ha saputo dargli l’energia di cui aveva bisogno per affrontare al meglio le competizioni. Le stesse che lo hanno visto sul podio per ben due volte su tre. Sul gradino più alto, per la precisione.

I controlli saranno molto serrati a Silverstone: infatti a differenza di quanto avvenuto nelle vicinanze dei due circuiti di Spielberg e Budapest, in cui i tifosi si recavano lungo il paesaggio collinare per assistere a distanza alla gara, la polizia del Northamptonshire ha emanato un’ordinanza che vieta loro di avvicinarsi alla zona del tracciato. Pena il rischio di cancellazione dell’evento.

Oltre al pilota della livrea nera, anche Lando Norris esprime tutto il suo dispiacere tramite un tweet riguardo all’assenza di pubblico in queste due gare:

 

 

Traduzione: vorrei che tutto andasse bene e che potessimo avere di nuovo i tifosi ad assistere alle gare, specialmente questo fine settimana. Conclude poi con l’hashtag #bestfans con cui cerca di trasmettere tutto il suo affetto nei loro confronti. È come essere tornati alla normalità, però sicuramente più triste.


Maria Iuliano

Classe 1996, capelli rossi come la Rossa, poliglotta e amante della Formula 1. Cresciuta con il mito di Schumacher, cerco di trasmettere la mia passione con le parole. "Ho sempre creduto che non ci si debba mai, mai arrendere, e continuare a lottare anche quando c'è una piccola, piccolissima chance". - Michael Schumacher