F1 | Ferrari, John Elkann : “L’obiettivo è iniziare un nuovo ciclo vincente nel 2022”

F1 – John Elkann affida alle pagine della GdS il suo pensiero riguardo al momento Ferrari.  E’ la prima volta che il N.1 di Exor esce allo scoperto parlando del momento Ferrari.

L’inizio della stagione Ferrari non può che considerarsi, sportivamente parlando, drammatico. Al riguardo sin ora il silenzio della proprietà era stato assordante. Questo silenzio è stato rotto ufficialmente oggi da John Elkann che dalle pagine della rosea per la prima volta esce allo scoperto sul difficile momento attraversato dalla Scuderia.

Il suo, come vedremo, è un messaggio di continuità. Ribadisce la fiducia in Mattia Binotto e di fatto leva pressione, almeno sull’immediato,  sul gruppo di lavoro appena riorganizzato  annunciando come obiettivo la piena competitività nel 2022.

“ Sotto la guida dell’ ad Camilleri la Ferrari si è espressa con grande vitalità. L’abbiamo visto dai risultati, dalla capacità di presentare 5 nuovi modelli come mai fatto prima”

“ Il momento della parte sportiva è difficile, ci sono stati cicli vincenti ( Red Bull e Mercedes ndr.). Quest’anno non siamo stati competitivi anche per errori di impostazione della macchina, abbiamo avuto una serie di debolezze strutturali che esistono da tempo nell’aerodinamica e nella dinamica del veicolo. Abbiamo anche perso in potenza motoristica.”

“La Ferrari al momento non è competitiva, lo si è visto in pista e lo si vedrà ancora.”

“L’obiettivo è iniziare un nuovo ciclo vincente nel 2022 quando cambieranno le regole, la Ferrari c’è sempre stata e ci sarà ancora”

Parole che onestamente fanno rabbrividire l’appassionato di pista. Mostrano una Ferrari nettamente a due velocità. Da una parte l’azienda automobilistica, sana, solida e proiettata al futuro, dall’altra la scuderia corse, mai negli ultimi 20 25 anni così allo sbando e oso dire rassegnata a perdere almeno per due stagioni.

Binotto aggiunge Elkann ha tutte le competenze e le caratteristiche per un nuovo ciclo vincente, con lui – presente in Ferrari dai tempi di Todt e Schumacher ripartiamo da una base chiara.

Poi un messaggio ai tifosi, Abbiate pazienza. “E’ importante essere chiari con loro, ci aspetta un percorso lungo.”

Fare il massimo in questi GP e nel 2021 per tornare competitivi nel 2022 è l’obiettivo.

Insomma mettetevi l’anima in pace, per due anni non si vincerà. Ma è da Ferrari tutto ciò?

 


Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna