F1 | Zapelloni: Vettel e Ferrari, rapporto difficile ma interessi comuni

Nell’ultima puntata di Pit Talk Umberto Zapelloni analizza a 360° il mondo Ferrari nell’imminieza dell’avvio di stagione. Interessanti le dichiarazioni su Vettel, già un ex ma con un’obiettivo comune alla squadra. Ben figurare.

Manca poco al via del mondiale 2020, per la Ferrari un campionato particolare. Ancora deve iniziare e già si sà che Sebastian Vettel vivrà la sua ultima stagione in rosso. Il futuro, il pilota su cui si è deciso di investire non è più il tedesco bensì il giovane Charles Leclerc.

 

Il monegasco sta vivendo un esposizione mediatica enorme, è già un personaggio amato e ambito da mondi esterni alla F1. Pare sia lui a tutti gli effetti il personaggio da coltivare per i dopo Hamilton. E’ qualcosa che va al di là dei voleri o poteri della Ferrari.

Fatto sta che, tornado ai fatti di pista, da vivere c’è una stagione intera. L’ambiente appare sereno ma all’interno della Ferrari qualche crepa c’è.

Zapelloni al microfono di Pit Talk dice :

“Le foto che arrivano oggi dal Mugello fanno vedere Vettel e Leclerc sorridenti. Il tedesco ha tutto l’interesse di finire bene la sua carriera ferrarista e la stagione, sia che voglia smettere sia che voglia restare in F1”

Il divorzio Vettel Ferrari è motivato dalla diversa visione delle parti relative ai tempi di un eventuale rinnovo. A ciò si aggiunge il rifiuto, legittimo, di Vettel di accettare una diminuzione d’ingaggio per la stagione in corso. Scelta accolta da Leclerc e non dal tedesco, motivo per cui i rapporti con la Ferrari non sarebbero idilliaci.

 

Certo che Vettel necessita di vivere una stagione positiva. Il suo approdo a Maranello non ha portato i frutti sperati, la sua popolarità è andata via via scemando e sarebbe un grosso peccato lasciare male senza una zampata di classe e di orgoglio da parte di uno che vanta in bacheca 4 mondiali.

Allo stesso modo la squadra ha bisogno per poter competere nel mondiale marche di entrambi i piloti. Non si può pensare di combattere contro Mercedes e Red Bull con una sola macchina competitiva ad alto livello. Serve ed è di fondamentale importanza anche l’apporto di Vettel.

Zapelloni : “ La Ferrari ha interesse a correre con due piloti, non può dimenticarsi di Vettel. Sarà un rapporto difficile, complicato ma tutte e due le parti hanno l’interesse di lasciarsi nel migliore dei modi. Se vettel dovesse stare davanti sarebbe un bel problema, complicato da gestire.”

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna