F1 | Calendario: altre cancellazioni e l’Italia spera

Il numero di circuiti disponibili per il 2020, continua a ridursi e la situazione continua a essere poco chiara. In tutto questo l’Italia spera di avere il secondo evento sul territorio. Lanciato un sondaggio sull’account Twitter della F1.

Nonostante siano stati comunicati ufficialmente i primi 8 GP di questa stagione F1 2020, non si sa con certezza quali saranno le gare che si disputeranno oltreoceano.

A mischiare le carte, nuove cancellazioni dal calendario, Baku, Singapore e Suzuka non ospiteranno GP per il 2020.

Mancanze importanti, che si aggiungono a quelle già accumulate fino ad ora, dovute alla pandemia globale di questi travagliati mesi.

La F1 dovrà correre ai ripari, vista la mancanza di circuiti.

Non è da escludere l’inserimento di circuiti che normalmente non fanno parte della stagione di F1.

Ross Brown si è espresso a riguardo, confermando l’interesse da parte di F1 a FIA, di sostenere altri GP in Europa.

In particolare si parla di Mugello, Imola, Portimao in Portogallo e Hockenheim.

Si parla di situazione in stato di elaborazione, nulla di ufficiale, ma per la F1 è importante riuscire ad avere una stagione completa. Intanto però dall’account twitter della F1 è stato lanciato un sondaggio su quale location possa avere il favore degli appassionati. Tra le tre prime scelte ci sono proprio Imola, Mugello e Portimao. Stupisce invece l’assenza di Hockenheim (almeno dalle prime tre posizioni):

Tuttavia queste nuove cancellazioni non rendono la vita facile alla FIA. Vita facile che non hanno neanche i team di F1, i quali dovranno cercare di trovare il giusto ritmo per arrivare in Austria con una monoposto in grado di competere per questo 2020.

La F1 e il motorsport non vivono un buon momento.

La speranza risiede in queste 8 gare ufficiali, che potrebbero servire da trampolino di lancio, viste le numerose cancellazioni e il contesto complicato che il mondo sta vivendo.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: