F1 | “Vettel vorrà togliersi qualche sassolino dalla scarpa”

Vettel e la Ferrari si saluteranno a fine stagione, dopo sei anni di partnership. Il pilota tedesco come si comporterà con il team di Maranello? E con il team-mate Charles Leclerc? Farà l’uomo squadra o sarà più un ostacolo per la rossa? Sull’argomento è intervenuto Luigi Perna ai microfoni di Pit-Talk.

 

 

Un matrimonio durato sei anni quello tra Sebastian Vettel e la Ferrari, che si concluderà al termine di questa stagione. I motivi dell’addio sono diversi, iniziando dalla mancanza di fiducia reciproca tra il tedesco e la rossa, con numerosi attriti emersi definitivamente nel corso del 2019. Con l’impossibilità di ricucire pienamente i rapporti tra “Seb” e la rossa. Poi anche il fattore economico ha fatto la sua parte, con Vettel che probabilmente avrebbe voluto un rinnovo con un contratto maggiormente retribuito, e non di una sola stagione come la Ferrari gli avrebbe offerto.

E per concludere (ma non meno importante) il fattore Charles Leclerc. Il monegasco alla sua prima stagione nel team di Maranello ha letteralmente surclassato il quattro volte campione del mondo, guadagnandosi in pista il ruolo di capitano all’interno della scuderia diretta da Mattia Binotto. Il divorzio tra Vettel e la Ferrari era qualcosa di inevitabile senza ombra di dubbio.

Ora bisognerà vedere come il pilota tedesco affronterà questa sua ultima stagione all’interno del team italiano. Il pilota tedesco si metterà comunque al servizio della squadra? O cercherà di dire la sua? Rispetterà eventuali ordini di scuderia qualora ce ne fosse bisogno? Sentite cos’ha detto in merito Luigi Perna della Gazzetta ai microfoni di Pit-Talk:

” Stiamo parlando pur sempre di un pilota di grande nome che lascia la Ferrari. E’ stata una situazione i cui presupposti si sono creati  già nella passata stagione. Il fatto che Charles Leclerc al primo anno con la squadra sia cresciuto così velocemente,  abbia ottenuto risultati così importanti, in maniera così prepotente, chiaramente ha creato una situazione in cui forse bisognava scegliere tra uno dei due. “

La Ferrari per il presente e per il futuro ha scelto di puntare tutto su Charles Leclerc. Ecco cos’ha affermato in merito Perna:

” La Ferrari si è presa un rischio. Ha puntato su un giovane che ha battuto il compagno su tutti gli aspetti ma che resta un giovane con solo due anni di esperienza in F1. Le due prossime stagioni Leclerc avrà tutta una squadra come la Ferrari sulle sue spalle, sarà il suo esame di laurea. A Maranello sono convinti di puntare su di lui. come leader. Ecco perchè è stato quasi inevitabile la scelta di separarsi con Vettel.

Poi il giornalista della Gazzetta ha espresso anche un parere sul’addio alla Ferrari da parte del pilota tedesco:

” Un pilota quattro volte campione del mondo non può accettare un ruolo di subalterno in una squadra , Vettel voleva delle garanzie tecniche, delle garanzie di status ma voleva anche delle garanzie economiche. Chiaro che è un momento complicato per la F1, per il mondo economico in generale, di questi tempi si fanno anche valutazioni su quanto bisogna spendere per gli stipendi dei piloti. Nonostante sia fuori dal budget-cup, perchè è una questione di logica aziendale. “

Certo che una volta che la stagione partirà (finalmente) sarà molto interessante vedere Vettel e Leclerc come si comporteranno tra loro, la Ferrari riuscirà a gestire una situazione così delicata? Da una parte il presente ed il futuro con Leclerc che a questo punto si conferma come prima guida, dall’altra Vettel che correrà da “separato in casa” praticamente.

E se la SF1000 dovesse risultare competitiva, a tal punto da poter lottare per il mondiale di F1 2020, qualora Leclerc (esempio) si ritrovasse nella lotta per il titolo, Vettel aiuterebbe il suo team-mate? Oppure il tedesco potrebbe decidere di pensare solo a se stesso, e non al bene della Ferrari? Ecco qui il pensiero di Perna:

” Sinceramente non vedo Vettel dare una mano a Leclerc. Nonostante Mattia Binotto crede molto nel senso di responsabilità e nella professionalità di Vettel. E’ ovvio che i piloti alla fine sono tutti egoisti, pensano prima a se stessi. La realtà è che i piloti quando possono vogliono provare a vincere. Non sarà facile, anzi sarà molto difficile in certe circostanze gestire il rapporto Vettel-Leclerc. Alla fine la F1 è uno sport individuale. Sarà molto difficile da gestire, soprattutto se la Ferrari dovesse ritrovarsi nella posizione di poter lottare per il titolo. Sebastian lascerà la squadra, ma vuole ancora togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Proverà sicuramente a vincere, a cercare questo riscatto. Non è escluso che si possa ripresentare una situazione di quella vista in Brasile. “

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".