F1 | Brown: Vettel non è mai stato un’opzione per la McLaren

Zak Brown, capo della McLaren, ha affermato che Sebastian Vettel non è mai stato un’opzione per la McLaren, a differenza di Daniel Ricciardo.

di Federico Caruso | @fclittlebastard

La McLaren in settimana ha annunciato che Daniel Ricciardo sarà il pilota che affiancherà Lando Norris per la stagione 2021. In più hanno aggiunto che lo farà “per diversi anni”.

Anche noi sul nostro sito avevamo scritto che Sebastian Vettel aveva ricevuto un interesse dalla McLaren, per lo scambio con Sainz. Invece di vero per ora c’è solo che Sainz sarà il nuovo pilota Ferrari a partire dal 2021, e Vettel non guiderà più per la Ferrari alla fine di questa stagione.

Zak Brown, CEO di McLaren, ci svela i retroscena di questa operazione ed afferma che Sebastian Vettel non è mai stato un’opzione per la McLaren, a differenza di Daniel Ricciardo, che è stato corteggiato dal team sin dallo scorso inverno.

Zak Brown su Sky Sports:

“Stiamo inseguendo Ricciardo da alcuni anni e lo abbiamo perso (nel 2018). Siamo fan di Daniel da un po’. Naturalmente, lui è andato in Renault e noi abbiamo portato Carlos (Sainz) e Lando (Norris) e hanno fatto un lavoro fantastico. Ma quando le cose sono andate verso la fine, eravamo senza contratto con Carlos (per il 2021) e lui aveva alcune opportunità. Ci mancherà Carlos, ha fatto un lavoro fantastico ma ora avremo un sette volte vincitore di un Grand Prix sulla macchina.”

Durante la pausa forzata dal coronavirus, Sainz è stato autorizzato a discutere con la Ferrari.

Zak Brown ha continuato:

“Abbiamo un rapporto molto forte e aperto con Carlos, il suo management e suo padre. Non è stata una sorpresa dato quanto velocemente abbiamo annunciato Daniel e quanto velocemente Carlos ha annunciato ciò che stava facendo. Eravamo molto uniti durante l’intero processo. Penso che questi trasferimenti probabilmente sarebbero avvenuti con o senza COVID perché abbiamo iniziato queste conversazioni prima del COVID.”

Poi Zak Brown ha parlato anche di Sebastian Vettel.

“Ovviamente Seb (Vettel) è un grande pilota e un quattro volte campione del mondo. Ma penso che fossimo abbastanza fuori tempo e sapevamo che avremmo firmato con Daniel o Carlos. Non abbiamo mai pensato a nessun altro a parte quei due e soprattutto con le ultime notizie su Seb, eravamo abbastanza lontani da quella possibilità in quella fase.”

Ovviamente è un duro colpo quello di Zak Brown nei confronti di Vettel. Ma davanti alla telecamere è un astuto oratore, visto che una squadra come la McLaren sicuramente aveva almeno altre due opzioni sul piatto prima di arrivare ad un accordo con Ricciardo.

Zak Brown comunque ha ottenuto una vera vittoria assicurandosi Ricciardo dai principali rivali della Renault.

La McLaren ha bisogno dell’australiano come leader a lungo termine della squadra, per affrontare l’anno prossimo con una nuova sfida, grazie all’arrivo del motore Mercedes dal 2021 in poi.

Le dichiarazioni di Brown non troveranno mai conferma. E non confermerà mai che hanno avuto altri colloqui con altri piloti di alto livello. In particolare quelli che sono stati battuti da Ricciardo nel 2014 quando erano compagni di squadra.

Alla fine che interesse avrebbe a sponsorizzare con parole al miele un altro pilota?


Federico Caruso

Nato a Roma sotto il segno dei motori turbo V6 nel 1984. Sono sempre alla ricerca di qualcosa che mi sappia emozionare come Ayrton Senna. Scrivo con passione per amore della F1.