F1 | Sabbatini: “Ferrari SF1000 evoluzione della SF90”

Alberto Sabbatini ha ribadito le impressioni viste al momento della presentazione della SF1000. La nuova rossa è una evoluzione della sorella maggiore e racchiude nella parte posteriore le principali novità.

| di @LuigiCalligari

Intanto va detto che, davanti al teatro c’era la vecchia macchina, la SF90, (esposta davanti al teatro). Quindi è stato abbastanza facile, con breve distanza, fare dei paragoni tra la vecchia e la nuova.”

“Sono dannatamente simili, e lo ha detto anche Binotto. La macchina è un’evoluzione di quella dell’anno scorso!”

“Si vede molto la differenza nella parte posteriore, cioè nella parte posteriore della fiancata, nel cofano motore che scende si vede che è molto più rastremato, all’altezza delle scritte degli sponsor si vede che è molto più sfiancata.”

“È un po’ se vogliamo fare un esempio, è un po’ come una giacca slim rispetto a una giacca taglio normale, cioè sfiancata nei punti giusti per seguire la sagoma della meccanica che c’è sotto. Li c’è stato un grande lavoro di miniaturizzazione di alcuni elementi, il cambio e probabilmente i radiatori.”

“La Ferrari l’anno scorso è l’unica che non ha sofferto di problemi di surriscaldamento a differenza di Mercedes, quindi magari hanno rimpicciolito un po’ i pacchi radianti e qualcosa per snellire un po’ tutto quanto.”

“La macchina assomiglia fortemente alla vecchia, però noti nella parte posteriore questa differenza. Lo stesso Leclerc ha detto, quando noi gli abbiamo chiesto in quale punto avesse detto “Wow!” quando l’ha vista, è stato quando ha visto il posteriore, perché quella fa la differenza anche a vista.”

“È facile fare il paragone, se vedi le due macchine, guardando le scritte degli sponsor come cambia un pochino l’inclinazione delle scritte, perché la fiancata scende in maniera più svasata e più rastremata. Dove c’è il logo dello sponsor, si vede che sotto è stato rimpicciolito il package del blocco motore/cambio e messi un po’ più avanti i radiatori.”

“Di sicuro li è stato rimpicciolito tutto l’interno. Tutta la parte meccanica che c’è sotto il cofano motore. La posizione forse del motore, forse i coperchi delle testate, forse il serbatoio. Sicuramente il cambio che è l’oggetto più voluminoso da quelle parti su cui si può lavorare più facilmente.”

“Poi dopo la grande differenza estetica è nei turning vanes. Ne sono stati messi tantissimi, tutti sagomati.”

Mentre diciamo la vecchia SF90 aveva le paratie, i turning vanes abbastanza rettilinei, un po’ lavorati ma non più di tanto, questa è proprio ricca di alette, deviatori di flusso sagomati, incurvati, tagliati. È veramente molto più raffinata è sofisticata.”

“Tutto questo lavoro per recuperare deportanza, per recuperare aderenza nelle curve, senza perdere troppo la penetrazione aerodinamica. Senza perdere quello che è stato il grande vantaggio della Ferrari 2019: la penetrazione aerodinamica e la velocità in rettifilo.”

“Andando un po’ all’indietro nella storia dello scorso anno, a inizio anno la Ferrari era molto lenta nelle curve. Perdeva 8/9 decimi in curva e guadagnava 2/3 decimi in rettifilo.”

“Sino a metà anno Binotto diceva di esser stati troppo estremi nel concetto della macchina con poco drag, con grande penetrazione in rettifilo.

Poi da Singapore è cambiato qualcosa, con Binotto che ha voluto ribadire come la vettura futura avesse mantenuto parte di quel basso drag recupando un po’ di downforce lavorando su tanti elementi.”

“E in effetti questo è il risultato. Loro han mantenuto il concetto della macchina 2019, molto filante, poco resistente all’avanzamento, e hanno migliorato il downforce lavorando di aerodinamica.”

Questa è l’evoluzione della macchina di Singapore, non della macchina di inizio stagione, che è stata profondamente cambiata a livello aerodinamico, in cui hanno esasperato questi cambiamenti.”

La speranza di tutti gli appassionati, è quella che questa nuova Ferrari SF1000, partendo dalla buona base della SF90, possa lottare per il titolo.

A Maranello sono ormai troppi gli anni di digiuno, e questa è l’ultima possibilità per vincere un titolo in questa era regolamentare. Per iniziare a valutare la nuova vettura dobbiamo aspettare i test di Barcellona della prossima settimana.