F1 | Subito in pista la Mercedes W11 per lo shakedown

Questa mattina la Mercedes ha svelato le prime immagini della sua nuova vettura, la W11. Dopo aver presentato la nuova livrea nei giorni passati, oggi la casa della stella ha fatto sul serio. Sarà questa l’arma che permetterà a Lewis Hamilton di vincere il suo settimo titolo mondiale?

Come spesso succede in questa era della Formula 1, le prime immagini vengono mostrate online dai profili ufficiali del team. In seguito è avvenuta la presentazione vera e propria con tutto il team.

Parlando della livrea, spicca il tocco di rosso ai lati dell’airbox per la presenza del nuovo sponsor INEOS.

Nel corso della mattinata poi, sul tracciato di Silverstone, è avvenuto il primo shakedown della nuova macchina, come fatto anche dalla Red Bull nei giorni scorsi.

In questo modo sia Lewis Hamilton che Valtteri Bottas hanno avuto modo di farsi una prima impressione della nuova nata. Certo, si tratta sempre di un semplice collaudo da 100 km, per di più con gomme non in versione da gara.

Per Mercedes questa sarà una stagione molto complessa. Ci saranno dei team concentrati sul 2020 e altri che si sposteranno subito sul progetto 2021, come dichiarato da Toto Wolff stesso.

Partire da una base competitiva e vincente come quella dello scorso anno è sicuramente un vantaggio per il team, che però ha portato in pista soluzioni estreme.

A questo proposito, se si guardano il muso e le pance della nuova vettura, si possono notare alcune differenze.

Soprattutto la zona delle bocche di raffreddamento presenta una conformazione diversa. Inoltre, la monoposto ad una vista laterale si presenta molto molto stretta, per garantire un ottimale scorrimento dei flussi.

Data questa miniaturizzazione così estrema delle pance, probabilmente in Mercedes sono riusciti a risolvere tutti i problemi di raffreddamento occorsi lo scorso anno. 

Secondo James Allison, non avrebbe avuto senso utilizzare lo stesso approccio dello scorso anno, quando tra i test e la prima gara la vettura cambiò completamente. Un approccio magari più conservativo, dato però dal vantaggio tecnico accumulato del team in questi anni.

Una prima verifica di tutto il lavoro svolto potremmo averla la prossima settimana, durante i primi test ufficiali a Barcellona.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...