F1 | Nugnes: “Vettel punterà al prolungamento del contratto”

Sebastian Vettel ed il rinnovo del contratto con la Ferrari: si farà oppure no? Il tedesco sarà in scadenza di contratto con la rossa quest’anno. In caso di mancato rinnovo cosa farà Seb? Appenderà il casco al chiodo? O cambierà team? Sull’argomento è intervenuto Franco Nugnes ai microfoni di Pit-Talk.

La Ferrari anche quest’anno sarà formata dalla coppia Leclerc-Vettel. Sarà molto interessante vedere come i due piloti si comporteranno tra loro in pista, soprattutto dopo quanto accaduto nel corso dello scorso anno. Mattia Binotto è stato chiaro (si spera), gli interessi del team vengono prima di tutto. Piloti compresi. E’ chiaro che sia Vettel che Leclerc dovranno evitare di scannarsi l’uno con l’altro, poichè il 2020 sarà un anno importante per entrambi, oltre che per la Ferrari.

Se da un lato Charles Leclerc ha già rinnovato con la rossa sino al 2023, dall’altra parte dei box non c’è stato ancora il rinnovo del contratto di Vettel con il team di Maranello. Il tedesco sarà in scadenza di contratto con la Ferrari, ed attualmente ci sono diverse voci che circolano a riguardo.

Indiscrezioni provenienti dalla Germania parlano di una trattativa già in corso per il rinnovo tra Seb e la rossa. Altre voci danno per scontato l’addio di Vettel alla Ferrari al termine della stagione.

Tutte voci, ancora nulla di concreto, ma è chiaro che le prime gare della stagione saranno determinanti per il futuro di Vettel alla Ferrari. Il rinnovo del contratto è molto probabile che dipenderà dai risultati che il tedesco riuscirà ad ottenere con la rossa nel corso dei primi GP stagionali. Ma anche dal rapporto che ci sarà tra Leclerc e Vettel all’interno del team durante questa stagione. L’augurio da parte degli uomini di Maranello è quella che non ci siano scintille tra i due.

Sul rapporto tra Leclerc e Vettel in previsione della nuova stagione ormai alle porte, e riguardo l’eventuale rinnovo del tedesco  con la rossa, è intervenuto Franco Nugnes ai microfoni di Pit-Talk. Il direttore di Motorsport.it è convinto che la coppia dei piloti ferraristi non si metteranno i piedi in testa l’uno con l’altro.

” Non credo che ci sarà un’esplosione. Io credo che con la maturazione di Leclerc ci sarà gradualmente un riconoscimento del ruolo di prima guida da parte del monegasco. Il tempo fa il suo corso, e immagino che Sebastian Vettel punterà ad ottenere un prolungamento del contratto. In quale condizioni? Non lo so. Ma immagino che sia sicuramente con limiti economici che dovranno essere ovviamente rivisti. “

Ricordiamo che l’attuale ingaggio del pilota tedesco è di circa 40 milioni di euro annui, mentre quello del monegasco è di circa 9 all’anno. Ma qualora Leclerc dovesse vincere (già quest’anno) con la rossa, è logico pensare che il suo ingaggio verrebbe ritoccato al rialzo. Leclerc è il presente, ma soprattutto il futuro. Vettel invece sarà già alla sua sesta stagione con la Ferrari, e sin qui l’investimento fatto da parte di Maranello non ha garantito i risultati sperati al momento dell’ingaggio del tedesco.

Quindi qualora Seb dovesse rinnovare il suo contratto con la Scuderia per il 2021, è ovvio che le cifre non saranno quelle attuali, bensì minori. E non è nemmeno da escludere un rinnovo di una sola stagione tra le due parti in causa, e non più di un contratto pluriennale come in passato.

Come non è da escludere un addio tra la Ferrari e Vettel a fine anno, con il tedesco che potrebbe decidere di cambiare team per il 2021 (McLaren?) o di appendere il casco al chiodo dopo aver conquistato quattro titoli mondiali. In qualsiasi caso la decisione non sarà affatto semplice da prendere. Sia per la Ferrari, sia per Vettel.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".