F1 | Mercedes, l’affidabilità della power unit limiterà la W11?

La Mercedes nella giornata odierna ha concluso anzitempo la giornata di test per un problema d’affidabilità sulla power-unit. La W11 è si competitiva, però al tempo stesso sembra essere fragile. A Melbourne la fragilità della power-unit tedesca condizionerà le prestazioni della W11? Domani ultimo giorno per cercare di risolvere la situazione.

Solo 14 i giri percorsi da Lewis Hamilton nella giornata odierna di test con la W11. La monoposto tedesca nella penultima giornata di test prima dell’inizio del mondiale di F1 ha dimostrato di avere problemi d’affidabilità legati alla power-unit. Il campione britannico tra la curva 6 e la 7 del circuito del Montmelò ha dovuto accostare la sua W11 a bordo pista, concludendo anzitempo la giornata.

Non un bel segnale per la casa di Stoccarda a circa tre settimane dall’inizio del mondiale di F1 in Australia (Coronavirus permettendo).

Se la W11 ha dimostrato di essere un passo in avanti rispetto alla W10 in termini di performance, non si può dire la stessa cosa per quel che riguarda l’affidabilità.

Se si trattasse del primo problema d’affidabilità nella power-unit tedesca non sarebbe un campanello d’allarme, ma dato che è la quinta volta che i motori Mercedes riscontrano problemi in pista nel corso dei test, beh, la situazione inizia ad essere preoccupante. Per essere precisi, tre problemi nel team factory, e due nel team Williams.

La scuderia diretta da Toto Wolff ha dichiarato in un comunicato stampa che si è trattato di un problema con la pressione dell’olio, anche se la sensazione è che il problema vada ben oltre. Già in mattinata la scuderia tedesca ha riscontrato dei problemi legati alla power-unit con Valtteri Bottas, posticipando di fatto l’uscita pomeridiana di Hamilton. Il problema potrebbe riguardare la parte elettrica del motore “Made in Brixworth”, preoccupando non poco i tecnici diretti da Andy Cowell.

Domani la Mercedes avrà l’ultima giornata di test prima dell’inizio del mondiale di F1 per cercare di risolvere i problemi d’affidabilità legati alla power-unit.

Che in casa Mercedes si sia andato troppo oltre per cercare di recuperare il deficit di potenza nei confronti del motore Ferrari? O forse con una W11 troppo “estremizzata” si è andato a sacrificare il raffredamento della power-unit e dei relativi componenti? Domande senza una risposta al momento, questo è sicuro.

Però se la Mercedes al momento dimostra di essere la favorita per Melbourne, davanti a Red Bull, Ferrari e Racing Point (la Mercedes rosa del 2019), rischia di vanificare il tutto con i problemi d’affidabilità sulla power-unit. L’affidabilità potrebbe davvero essere l’avversario principale con cui la Mercedes si dovrà confrontare in Australia. Senza dimenticarci della Red Bull e della Ferrari ovviamente, pronte ad approfittare.

Alberto Murador


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".