F1 | Montezemolo vede la Red Bull favorita a Melbourne

Ne Mercedes ne Ferrari. Per Luca Cordero di Montezemolo sarà la Red Bull a partire coi favori del pronostico al primo appuntamento iridato, il GP d’Australia a Melbourne del prossimo 15 marzo.

di Francesco Svelto |

Chi ha problemi di motore, chi ha problemi di aerodinamica o telaio. E proprio in questi casi verrebbe da dire che il terzo gode. E per applicare questo famoso proverbio ad argomenti di nostro interesse, dobbiamo obbligatoriamente fare riferimento alle ultime parole dell’ex-presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, che ha addirittura fregiato la Red Bull del ruolo di favorita a Melbourne.

“La  Ferrari è alla ricerca di supporto aerodinamico mentre la Mercedes è alla ricerca di maggiore potenza del motore e velocità massima. Ma la Red Bull, che era già molto competitiva alla fine della stagione 2019, e il suo fornitore di motori Honda, sembrano pronti per vincere regolarmente delle gare sin dall’inizio della prossima stagione, soprattutto per il fatto che non si sono affatto arresi ne impigriti durante questo inverno!“. 

Indubbiamente lo stato di forma della Red Bull sul finire della scorsa stagione ha mostrato delle performance di primissimo livello. I tori rossi hanno sfoggiato prestazioni da primi della classe in diverse occasioni sia con Verstappen che con Alex Albon che ha saputo – in questo frangente di positività – guadagnarsi la riconferma nel team.

E’ ovvio che la maggior parte dell’onere sarà rivolto a Honda. I giapponesi hanno saputo già fare un ottimo lavoro lo scorso anno andando a vincere tre volte e, di queste, in due occasioni portando addirittura due motori Honda sul podio. Un lavoro niente male considerato dagli anni di calvario da cui uscivano e confermato dalle forti evoluzioni che hanno saputo portare in pista, guardando soprattutto a quanto di “buono” fatto dalle parti di Maranello.

E nulla vieta, a questo punto, di immaginare una continuazione di questo trend positivo che porterà i giapponesi a fornire una power unit di primissimo ordine alla Red Bull. Il telaio dei “bibitari” – come qualcuno li chiama dalle nostre parti – disegnato dalla sapiente mano di Newey, poi, farà il resto. Cosi come anche il talento top di Max Verstappen, fresco di un rinnovo ultra milionario (si parla di 40 milioni a stagione fino al 2023).

Quella di Montezemolo è indubbiamente una considerazione di cui dovremmo tenere a mente. Chissà che il mondiale 2020 veda una lotta addirittura con tre contendenti. La Ferrari è quindi chiamata a guardarsi bene anche da altri avversari.

Francesco Svelto


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".