F1 | Hamilton: problemi col rinnovo

Lewis Hamilton sta trattando con Mercedes per il rinnovo del contratto. Pare che l’inglese abbia richieste particolarmente esose e Daimler non sia disposta ad accettarle.

Per la rivoluzione del 2021 ci sono ancora diversi punti da chiarire. Uno di questi è: “con chi correrà Hamilton?”

Il 6-volte campione del mondo ha, come tanti altri piloti, il contratto in scadenza. A fine 2020 si troverebbe quindi libero di scegliere cosa fare. Probabilmente il prossimo contratto che Hamilton firmerà sarà l’ultimo della sua carriera e quindi l’approccio da parte sua è diverso rispetto alle altre volte.

L’inglese ha vinto cinque dei suoi sei mondiali con Mercedes, ha un rapporto molto stretto con Toto Wolff e con la squadra. Viene considerato il leader della scuderia, che ha basato anche su di lui il dominio dell’era ibrida.

Verrebbe da pensare che il nuovo contratto verrà stipulato senza particolari intoppi. Ma pare che non sia così.

Sembra infatti che l’anglo-caraibico abbia chiesto un contratto di 4 anni e uno stipendio annuale di 60 milioni. Inoltre ha chiesto di diventare ambasciatore a vita del marchio Mercedes. Vale a dire che Hamilton diventerebbe un uomo simbolo della casa di Stoccarda con annesso stipendio, anche se verrebbe da chiamarlo “vitalizio”.

Queste richieste stonano molto con i piani della Mercedes. Daimler ha deciso un piano di tagli che dovrebbe arrivare fino ad un miliardo di dollari e ovviamente tutto ciò stona con le richieste del pilota numero 44. E Ola Källenius, nuovo CEO del gruppo, non è un manager che scende facilmente a compromessi. Ha dato disponibilità ad un aumento dello stipendio, a patto che il nuovo rapporto lavorativo duri fino al 2022 e non fino al 2024, altrimenti il 6 volte campione del mondo dovrà accontentarsi di un assegno decisamente più basso. Lo stesso Toto Wolff ha infatti dichiarato che per quanto Hamilton sia stato importante negli anni, ciò che fa la differenza nella F1 moderna è spesso la macchina che fa la differenza.

Per il futuro Mercedes vuole puntare su Russell, adesso in Williams. Ferrari ha puntato su Leclerc e Red Bull ha fatto lo stesso con Verstappen,

La sensazione è che l’inglese voglia il rinnovo, ma che abbia in testa anche un possibile trasferimento in Ferrari. Probabilmente quando si saprà con certezza il destino di Vettel allora la trattativa con Mercedes prenderà una direzione chiara: o un rinnovo a cifre più basse, oppure le strade di Mercedes e Hamilton si separeranno.


Tommaso Magrini

Editore di F1Sport.it Studente in Operatore Giuridico d'Impresa presso l'Università degli Studi dell'Aquila. Mail: tommasomagrini@f1sport.it