F1 | Vettel ha già deciso il suo futuro?

Sebastian Vettel ha iniziato a guardarsi intorno. Esclusa la decisione del ritiro dalla F1, il pilota tedesco sta sondando le possibili alternative al dopo Ferrari. Voci spagnole annunciano un possibile contatto con la McLaren per il 2021.

di Federico Caruso | @fclittlebastard

Questa settimana abbiamo appreso che la Ferrari nel 2020 non avrà una prima ed una seconda guida, ma i piloti Vettel e Leclerc partiranno alla pari. Poi in base a come si evolverà la stagione la scuderia adeguerà le scelte strategiche.

Al di là se essere d’accordo o no con questo tipo di scelta, la prima cosa che balza agli occhi è che nel 2020 un quattro volte campione del mondo da quasi quaranta milioni di euro l’anno, verrà equiparato ad un pilota di 23 anni al suo terzo anno in F1, e secondo anno in Ferrari.

In questo gioco di scelte bizzarre, c’è qualcuno che ci ha visto un po’ più lungo. La razionalità tedesca ha prevalso sulle emozioni.

Per Sebastian Vettel, partire alla pari con il suo compagno di squadra vorrà dire che se ripeterà la stagione appena passata, già a metà stagione potrebbe diventare una seconda guida di lusso. Non ci sarebbero più giochini di scuderia che dal box ti fanno rientrare davanti al compagno di squadra. Vorrà dire che ogni errore commesso in pista, verrà poi scontato su una classifica di sicuro non sorridente.

E allora la razionalità tedesca?

Semplice, il saper vedere lontano. La programmazione del futuro.

Con il contratto in scadenza nel 2020 e un 2021 pieno di incertezze, per via anche del regolamento che stravolgerà probabilmente le carte in tavola, Vettel ha avuto fiuto di andare a cercare un posto in quello che probabilmente è il team che potrà offrirgli di più.

Analizziamo la situazione dei team che potrebbero offrire qualcosa a Vettel.

Ferrari: se il prossimo anno a livello piloti dovesse finire come quest’anno, sarà molto difficile per lui essere riconfermato con le cifre attuali del contratto. Inoltre se Hamilton dovesse riconfermarsi con la Mercedes il prossimo anno, nel 2021 il passaggio dell’inglese alla rossa potrebbe essere più di una voce, visto anche l’interesse concreto di Elkann.

Mercedes: con Hamilton e Bottas in casa, la futura prima guida verrà affidata a qualcuno che guarderà sicuramente al futuro. Vettel per motivi anagrafici, più che per amore della Ferrari, di certo non entrerebbe a far parte dei piani del team di Brackley.

Redbull: in casa hanno un potenziale campione del mondo. Nel 2021 cambierà il regolamento e avendo in casa un progettista del calibro di Adrian Newey di certo il futuro non potrebbe essere più roseo. Vettel anche qui non troverebbe spazio, nonostante le parole al miele di Marko.

McLaren: Hanno sempre detto che il futuro sono Norris e Sainz. Hanno rimesso in sesto il team. Quest’anno sono arrivati quarti con prestazioni sempre più convincenti. L’opera di rinascita del team di Woking è iniziata partendo dai giovani e affamati. Vettel ha intrapreso contatti con loro per un possibile approdo nel 2021. Porterebbe esperienza sicuramente. Sacrificare uno dei due giovani non sarebbe un problema, ma come la mettiamo con il lato economico? La McLaren di certo non ha il budget che hanno i top team. Non scordiamoci che poi dal 2021 scatterà anche il budget cap. Vettel ha contatto Andreas Seidl direttore sportivo McLaren, ci ha provato, ma staremo a vedere se gli inglesi accetteranno. Nelle ultime ore addirittura si è parlato di un clamoroso scambio Vettel – Sainz.

Gli altri team potrebbero essere interessati, ma di certo, ad oggi, Vettel non avrebbe nessun interesse a muoversi dalla Ferrari ad un team che non potrebbe offrirgli niente di stimolante.

Quindi Vettel ha deciso sul suo futuro? Molto è nelle sue mani, e soprattutto nella sua concentrazione al volante. Gli errori di quest’anno, che hanno fatto perdere punti in campionato a lui e alla Ferrari, il prossimo anno potrebbero essere fatali per la sua carriera.

Qualcuno ha detto la parola ritiro dalla F1?


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...

Federico Caruso

Nato a Roma sotto il segno dei motori turbo V6 nel 1984. Sono sempre alla ricerca di qualcosa che mi sappia emozionare come Ayrton Senna. Scrivo con passione per amore della F1.

Lascia un commento