F1 | Come sarà la nuova Ferrari del 2020, scopriamo la SF20

Il mondiale 2020 è ancora lontano, almeno per i non addetti ai lavori. Per i tecnici e gli ingegneri che devono lavorare sulle monoposto della prossima stagione invece, il mondiale prossimo è già iniziato da molti mesi. Ecco come potrebbe essere la Ferrari del 2020, la SF20.


Tutte le squadre hanno cominciato ad ideare e progettare le auto 2020, chi con qualche mese d’anticipo chi qualche mese dopo ma tutti, in questo momento, si trovano in uno stato dei lavori molto avanzato. Non fa eccezione la Ferrari, che a quanto ci risulta è uno dei team che ha anticipato molto la progettazione della nuova monoposto.

Di problemi da risolvere ce ne erano molti e che erano stati ravvisati dalla nostra Redazione già da molto tempo ed in largo anticipo. Il deficit ad inizio mondiale era sia motoristico che aerodinamico, risolto quello relativo alla Power Unit, durante la stagione con le specifiche 2 e 3, rimane da correggere la concezione aerodinamica (spostata troppo sull’efficienza) della ormai passata SF90.

Le aeree che più verranno modificate della nuova “Rossa” saranno, secondo alcune indiscrezioni raccolte, quelle immediatamente davanti alle pance. Zona sviluppata fortemente sia da Mercedes che da Red Bull, ma anche da altre team come la McLaren ad esempio, e che ha visto la Ferrari un poco in ritardo nel 2019 con l’introduzione del boomerang solo dopo metà 2019. SullaSF20 vedremo quindi un’esasperazione e una proliferazione di profili a coltello, sia orizzontali che verticali nella zona bassa. Questo inevitabilmente genereranno dei vortici che aiuteranno i flussi nello scorrimento del corpo vettura aiutando a raggiungere il posteriore generando una quota di carico accresciuta, comportando però un’inevitabile innalzamento del drag complessivo e una perdita di efficenza aerodinamica.

Tante volte lo abbiamo detto di come nel 2019 la Ferrari abbia puntato sull’efficenza e sull’eccezionale penetrazione aerodinamica, ottenendo così ottime velocità pur non disponendo dei cv che aveva la Mercedes. Ora risolti questi ritardi ed obbligati da un carico sempre carente si è puntato su una correzione progettuale in questo senso.

Sarà quindi una SF20 dalle linee ben più sofisticate, contrariamente a la SF90 che apparì subito semplice e lineare https://www.f1sport.it/2019/02/f1-ferrari-sf90-non-sorprende/ Non solo, in Ferrari si sta lavorando anche a nuove soluzioni innovative, e qualcosa si è già nel corso anche degli ultimi test ad Abu Dhabi con soluzioni allo scarico originali.

Più carico, più drag, sacrificando qualche cv che il motore finalmente sembra aver recuperato in più.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

Lascia un commento