F1 | Stirano sul flussometro Ferrari: non crede sia possibile aggirarlo

Nel corso della puntata 197 di Pit Talk è intervenuto l’ex Ingegnere di Formula 1 Giorgio Stirano. Intervistato dal nostro Antonio Granato l’Ingegnere ha cercato di spiegare come funziona il flussometro e come questo esegue la lettura del flusso di carburante.

Granato ha chiesto all’Ing. Stirano, cosa pensasse della direttiva tecnica della FIA e come funziona il flussometro:

La FIA ha detto una cosa ovvia… (nella direttiva ndr). Si tratta della frequenza del campionamento della lettura del flusso della benzina che ha un HZ (una lettura ogni secondo ndr) se in quell’intervallo lì si fanno cose particolari… beh noi non lo possiamo sapere da fuori dal box…

Granato allora gli chiede com funziona il flussometro e che tipo di lettura esegue e quali sono i margini in cui ci si potrebbe muovere:

“…Sostanzialmente la lettura è costante ma qualsiasi campionatura viene fatta con una certa scansione. Faccio l’esempio dell’elicottero in tv quando si vede con le pale ferme, perché vuol dire che il giro delle pale dell’elicottero ha lo stesso tempo della tv.

Si legge ogni secondo il passaggi del flusso non si può leggere in continuità e questo avviene una volta ogni secondo.

E’ possibile tecnicamente secondo le immettere del carburante in più  tra una lettura e l’altra?

Io penso di no, Non credo sia quella la ragione. La FIA ha più volte controllato la macchina e più volte è stata ritenuta conforme.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 4,67 out of 5)
Loading...

Lascia un commento