F1 | Brasile: Toro Rosso incorona la sua migliore stagione

Una gara memorabile quella della Toro Rosso, che conquista il secondo podio della stagione, questa volta con Pierre Gasly. Il decimo posto di Daniil Kvyat completa una giornata fantastica.

Dopo un 2018 passato a sviluppare la Power Unit Honda per il salto alla casa madre (Red Bull), finalmente stanno arrivando i risultati che la squadra si merita.

Gare del genere danno molto credito al team di Faenza per il lavoro svolto, e lo ripagano di tutte le problematiche vissute negli anni precedenti.

Come detto, va sottolineato il grande passo avanti della P.U. Honda; a questo proposito le prime due vetture classificate in Brasile utilizzano la motorizzazione giapponese. Un risultato che fino a due anni fa sembrava pura utopia.

In questo 2019 abbiamo scoperto che ogni volta che viene fuori una gara concitata la Toro Rosso c’è e ne approfitta per fare uno sgambetto ai team più blasonati. Era successo nella bagnatissima Hockenheim dove Kvyat riuscì a giungere terzo sul traguardo, e si è ripetuto in Brasile, con Pierre Gasly secondo al termine di una gran volata contro niente poco di meno che il sei volte Campione del Mondo Lewis Hamilton.

Gasly è stato autore di una gara molto consistente, dopo essere partito dalla P6 in seguito ad una ottima qualifica che lo ha visto ancora una volta in Q3.

La perfetta strategia del team, e le due safety car nell’ultima parte di gara lo hanno portato fino al quarto posto. Il contatto tra Hamilton ed Albon ha fatto il resto, permettendo a Pierre di issarsi fino al secondo posto. Fantastica è stata la sua difesa su Hamilton negli ultimi due giri.

Kvyat invece scattava dalla P16 ed ha dovuto rimontare diverse posizioni, approfittando dei vari contatti e incidenti per tornare su fino ad artigliare l’ultimo punto mondiale.

Con solo una gara al termine della stagione, la Toro Rosso si ritrova al sesto posto nella classifica costruttori, con 83 punti a soli 8 punti dalla Renault quinta.

Vista le prestazioni della vettura francese, chissà che non possa arrivare il sorpasso proprio al rush finale. Alzi la mano chi si aspettava un risultato del genere all’inizio della stagione. Complimenti davvero!


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento