F1 | Leclerc: “Binotto, una persona tranquilla!”

Il delicato ruolo di Mattia Binotto dalle parole di Charles Leclerc. Il monegasco evidenzia anche il lato “paterno” e protettivo del team-principal della Ferrari. 

 

Il ruolo di Mattia Binotto in Ferrari è molteplice: data la sua genesi puramente tecnica, è stato ed è ancora il punto di riferimento progettuale.

Dall’inizio dell’anno inoltre è diventato direttore generale, con tutto l’onore (e l’onere) che il ruolo ne fa scaturire.

E ultimamente, come tutti sappiamo, tra le sue mansioni vi è stata quella di “pompiere” della infiammata situazione interna tra i piloti Ferrari, con le “scaramucce” in pista tra Vette e Leclerc che si sono fatte più continue.

Questo è un segnale positivo, dato che i due piloti hanno iniziato a combattere da Spa per le posizioni di vertice (anche se molto si dovrà ancora fare, ma questa è un’altra storia).

Tuttavia sulla figura – a volte quasi “paterna” – di Mattia Binotto si è espresso Charles Leclerc con una dichiarazione rilasciata a SpeedWeek:

Mattia Binotto è una persona tranquilla, il che è importante in un ambiente come la Formula 1, sei sempre esaltato. Tutto va così veloce. Quindi è importante avere intorno a te una persona su cui poter contare e che sia tranquillo. Come capo si mostra per quello che è veramente ed anche questo è importante. Può anche essere duro, se necessario. Penso che sia quello che serve quando sei il capo, sono situazioni che non ci piace vedere. Non piacciono al team e non ne abbiamo bisogno in squadra. Quindi in quel momento lui deve essere duro. Lui sa che sono molto duro con me stesso e si adatta a questo, anche se forse potrebbe essere più duro. In stagione ci sono stati alcuni esempi, come in Germania. Era lì per aiutarmi a diventare un pilota migliore dopo un momento negativo”.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Lascia un commento