F1 | Russia: Mercedes doppietta ma non è solo fortuna

La Mercedes con una scelta strategica diversa rispetto alla Ferrari, trova fortuna con una doppietta inaspettata e conferma che il GP di Russia è un vero e proprio feudo delle frecce d’argento.

di Federico Caruso

Un GP di Russia a due facce per la Mercedes. Una prima parte dove, già alla partenza, sia Hamilton che Bottas hanno perso una posizione ciascuno rispetto al posizionamento in griglia, e dove non reggevano il ritmo imposto dalle Ferrari, specialmente con Vettel.

Poi una seconda parte, che grazie anche all’entrata della VSC, si sono ritrovati davanti a tutti, ed hanno imposto un passo che gli ha permesso di portare in porto una doppietta che mancava da Silverstone.

Lewis Hamilton partito con le gomme medie, sin dai primi giri si era accorto che il passo gara delle Ferrari era impossibile da tenere, Vettel ha girato con un ritmo infernale spingendo tantissimo fino al cambio gomme. Da parte sua l’inglese ha fatto il suo, provando a mantenere la posizione dietro alle due Ferrari, che sembravano destinate ad una semplice vittoria.

Valtteri Bottas, anche lui partito con le medie, ha perso una posizione alla partenza grazie ad uno scatenato Carlos Sainz, ma poi al settimo giro, ha recuperato la posizione e mantenuto il passo in P4.

E poi la svolta inaspettata, che ha cambiato l’esito della gara.

Al giro 29 il motore della Ferrari di Vettel si è ammutolito, con la VSC che ha ridotto la velocità di percorrenza in pista, ed ha regalato un vantaggio inaspettato alle Mercedes.

Approfittando della situazione svoltasi a loro favore, sono rientrati nei box immediatamente montando le soft. Hamilton si è ritrovato P1 e Bottas P3. La strategia di allungare il primo stint con una gomma media alla partenza ha ripagato l’azzardo.

Inoltre la Ferrari ha regalato una posizione a Bottas, facendo rientrare Leclerc per montare le gomme soft, in regime di safety car, per poter tentare di recuperare le Mercedes.

Hamilton fortunato, certamente, ma sicuramente sempre più campione di questa Formula 1.

Ritrovatosi in P1 ha iniziato a spingere e trovare un ritmo che gli è anche valso il giro più veloce alla fine del GP. Sempre pronto a sfruttare ogni occasione che gli si presenti in gara.

Bottas da buon compagno di squadra ha tenuto dietro Leclerc con astuzia, ed ha portato alla scuderia un P2, che sia per lui, partito P4, sia per la squadra, hanno un sapore di rivincita.

Hamilton ha detto che le scelte azzardate del suo team sono d’ispirazione per lui a dare di più. E così è stato.

Lewis Hamilton ottiene in Russia la sua 82 vittoria in carriera, e blinda sempre più il suo sesto titolo mondiale.

La Mercedes a Sochi risponde ad una Ferrari che fa sempre più paura in tutte le gare, ma che ha raccolto meno di quanto ci si sarebbe aspettati.

Le scelte strategiche influiscono le gare, ed in questo caso, anche un pizzico di fortuna, ma dopo questa performance, confermano che sono ancora loro il team da battere.

https://twitter.com/MercedesAMGF1/status/1178306159092158464?s=20


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Federico Caruso

Nato a Roma sotto il segno dei motori turbo V6 nel 1984. Sono sempre alla ricerca di qualcosa che mi sappia emozionare come Ayrton Senna. Scrivo con passione per amore della F1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.