F1 | Russia: Hakkinen avverte le Mercedes e Lewis Hamilton

L’ex campione del mondo Mika Hakkinen ha avvisato Lewis Hamilton e le Mercedes di stare allerta dalle Ferrari.

di Federico Caruso

Il due volte campione del mondo finlandese ha rilasciato un’intervista ad Unibet puntualizzando su quanto la Ferrari sia cresciuta al ritorno dalla pausa estiva, e sulla necessità di Mercedes di trovare una soluzione alla differenza di potenza del motore per poter competere con il recente sviluppo della rossa di Maranello.

“Mercedes affronta il problema di trovare prestazioni ancora maggiori dai suoi motori impressionanti, che è fondamentale per contrastare sia il ritmo della Ferrari sui rettilinei, sia per mantenere la calma quando si è sotto pressione. Dopo aver dominato la F1 per cinque anni, il team non è abituato a essere battuto in pole position e superato durante le gare. Reagire alla concorrenza è importante, ma è anche importante non reagire in modo eccessivo”.

Hakkinen crede che la gara di Sochi sarà imprevedibile, e che anche Max Verstappen sarà uno dei contendenti alla vittoria.

“L’attenzione ora si rivolge, solo pochi giorni dopo, a Sochi per il Gran Premio di Russia. Questa è una pista in cui la Mercedes ha davvero dominato dall’inizio dell’era ibrida della F1 nel 2014. Hanno vinto tutti e cinque i GP in Russia, con Lewis che ha vinto 3 volte, Valtteri nel 2017 e Nico Rosberg nel 2016. I campioni del mondo in carica guidano attualmente entrambi i campionati del mondo, ma arriveranno a Sochi sentendo una vera pressione. La Ferrari ha le prestazioni necessarie per sfidare la Mercedes questo fine settimana. Entrambi i loro piloti hanno vinto nelle ultime settimane, e con la Red Bull Honda di Max Verstappen probabilmente nel mix, mi aspetto di vedere un altro fine settimana imprevedibile. Fantastico per la F1″.

Durante l’intervista ha anche aggiunto qualche parola su quanto visto fin ora con Leclerc.

Mika Hakkinen è rimasto davvero colpito dalla stagione del monegasco disputata fino a qui.

“Charles ha guidato brillantemente per tutto il fine settimana e posso capire che sentisse la gara appartenere a lui. Ha dimostrato di essere molto veloce, un vincente, con tanti altri successi davanti a lui. È sorprendente considerare che il 2° posto sia stato un risultato scarso per lui a Singapore, ma questo dimostra quanto sia stata competitiva la sua stagione”.

Tutte le risposte alle considerazioni dell’ex campione del mondo, avranno risposta Domenica alle 13:10 ore italiane.


Federico Caruso

Nato a Roma sotto il segno dei motori turbo V6 nel 1984. Sono sempre alla ricerca di qualcosa che mi sappia emozionare come Ayrton Senna. Scrivo con passione per amore della F1.