F1 | Kimi Raikkonen, The King of Spa

Dopo la consueta pausa estiva il Circus riaccende i motori su una delle piste più impegnative dell’intero mondiale: Spa Francorchamps. Con i suoi quattro successi è Kimi Raikkonen, tra i piloti in attività, ad aver vinto più volte sul circuito delle Ardenne e ad essersi guadagnato il titolo di King of Spa.

di Chiara D’Agostino

Il Gp del Belgio è da sempre uno dei più attesi dell’intero mondiale, sia perché si riparte dopo la lunga attesa della pausa estiva e sia per il suo storico circuito, Spa Francorchamps, considerato una vera e propria Università della Guida che ogni anno – tra i suoi rettilinei, curve lente e veloci, salite e dicese – sottopone piloti, monoposto e pneumatici ai più duri esami della stagione.

Tra i circuiti preferiti di molti piloti, è Kimi Raikkonen – tra quelli ancora in attività –  ad aver ottenuto il maggior numero di vittorie in terra belga, due volte con McLaren e due con Ferrari, anche nel 2009, l’annus di Jenson Button ed horribilis per la Ferrari.

Lo scorso anno – in una bella e preziosa intervista – il finlandese, ancora pilota Ferrari, si era lasciato andare a qualche parola in più sul circuito di Spa lasciando trasparire, come per una rarissima concessione, quanto sia emozionante e significativa per lui la pista del Belgio, teatro di grandi battaglie e delle sue migliori imprese.

«La Source è una curva in salita che permette di frenare tardissimo. Nel punto di corda è possibile scegliere tra diverse traiettorie. In uscita bisogna accelerare gradualmente. La Pouhon è una curva in discesa molto veloce. Penso sia il punto in cui raggiungiamo la forza G laterale più elevata di tutto il Mondiale. Lo scorso anno era intorno ai 6 G, semplicemente incredibile! »

 

Kimi ha trionfato in Belgio nel 2004 e nel 2005 su Mclaren, nonostante una monoposto veloce ma poco affidabile, e dopo la sosta forzata del 2006 in cui in a Spa non si corse per via di lavori di manutenzione della pista, si è riconfermato nel 2007, anno del suo esordio in Ferrari e del suo titolo mondiale, conquistando di fatto la terza vittoria consecutiva tra le foreste delle Ardenne.

Il 2008 non si concretizzò nel quarto successo consecutivo per poco, dopo che, in una bella battaglia con Lewis Hamilton, il finlandese andò ad urtare le barriere esterne alla chicane Bus-Stop ma che vide comunque la vittoria dell’altra Ferrari di Felipe Massa

Infine quel 2009, forse la sua vittoria più bella – ed unica per la Ferrari in quella stagione – poiché ottenuta con una monoposto, la F60, davvero poco competitiva rispetto alle allora dominatrici Red Bull e BrawnGP.

Vettel ed Hamilton intanto, entrambi fermi a quota tre vittorie del Gp del Belgio, possono dare la caccia a quel record di Kimi Raikkonen già questa domenica ma ancor più certo è invece che anche quest’anno Spa avrà il suo re, ad emozionarsi a bordo della sua Alfa Romeo.

Sulla sua curva preferita:

Non c’è altra curva al mondo come la Eau Rouge, in cui puoi provare una forza G verticale così elevata per la compressione in ingresso, forti accelerazioni laterali, nelle parte centrale e forze G negative in cima senza visibilità, tutto ciò che vedi è il cielo.

Chiara D’Agostino


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.