F1 | Parla Binotto: "Gap con Mercedes non veritiero!"
 

 


F1 | Parla Binotto: “Gap con Mercedes non veritiero!”

Il Team Principal e Direttore Tecnico Ferrari, Mattia Binotto, non si nasconde dietro l’evidenza della superiorità Mercedes di questa prima parte di stagione ma precisa che l’attuale divario in classifica non rispecchia le reali potenzialità del Team e della SF90: “La Ferrari non ha ancora vinto perché non abbiamo colto alcune possibilità!“.

di Chiara D’Agostino

 

“Hai lavorato per molti anni come ingegnere al fianco di Micheal Schumacher. Cos’hai imparato da lui?

“Che non bisogna mollare mai, e quanto sia importante il duro lavoro. Continuare a lavorare, sempre.”

 

E’ un Mattia Binotto tutt’altro che rassegnato quello che percepiamo dalla lunga intervista concessa ai tedeschi di Auto Bild Motorsport.

Probabilmente conscio di quanto sia importante per sé, per il Team e per i tifosi non arrendersi all’idea di dover archiviare come fallimentare il progetto di questa SF90, è un leader che ammette la sconfitta ma promette la vittoria.

La Ferrari non ha ancora vinto ma perchè non abbiamo colto alcune possibilità. Dalla classifica la Mercedes sembra essere nettamente superiore, ma in realtà la distanza è minore. Sono così avanti perchè abbiamo perso terreno nella seconda parte di stagione e dobbiamo ancora recuperare. Siamo una squadra giovane, molte delle nostre persone ricoprono i rispettivi ruoli da meno tempo rispetto alla Mercedes ma una cosa è certa: abbiamo le persone giuste nel posto giusto“.

I dati se letti dal punto di vista della classifica  sono impietosi e lasciano, onor del vero, ben poco spazio alla libera interpretazione sia nella distanza con Mercedes, tranquilla con i suoi 135 punti di vantaggio nel Costruttori, ma anche nello stacco con Red Bull, terza a meno 59 punti ma più per colpa di un inizio di stagione non proprio prolifero di Pierre Gasly.

Ma la pista fortunatamente racconta altre storie e se si pensa al Bahrain in cui Leclerc non l’ha vinta per un soffio, e agli ultimi tre appuntamenti – Francia a parte – in cui la Ferrari se l’è giocata tanto da avvicinarsi alla vittoria effettivamente più della Mercedes, ecco che i dati assumono un risvolto meno drammatico, almeno in ottica futura.

Binotto ha più volte ribadito e mai nascosto le difficoltà di questa SF90 di competere su tutti i circuiti, soprattutto su quelli con maggior carico aerodinamico e la difficoltà di mandare in temperatura le gomme rispetto allo scorso anno in cui bisognava per lo più pensare a come non surriscaldarle ma crede che lo sviluppo stia andando verso la giusta direzione e gli ultimi risultati paiono dargli ragione anche in classifica dato che Mercedes negli ultimi tre GP ha guadagnato solo 15 punti in più della Ferrari.

Infine il suo pensiero su Vettel:

Sta svolgendo un ruolo fondamentale sia per me che per la ricostruzione della squadra con le sue capacità e la sua grande esperienza che mette sempre a disposizione. E’ un uomo squadra e leader pieno di entusuasmo. Ama il suo lavoro anche quando non vince e sa che questo entusiasmo è la chiave per vincere in futuro e sa anche che nessuno può vincere da solo. Possiamo farlo solo insieme. La squadra è la base. Diventare campione del mondo con la Ferrari è per lui un sogno, per noi un obiettivo”.

Chiara D’Agostino

 

 

 

 

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento