F1 | Hakkinen su Vettel: "Si può sbagliare quando si è al limite!"
 

 


F1 | Hakkinen su Vettel: “Si può sbagliare quando si è al limite!”

Il campione del mondo 1998 e 1999 Mika Hakkinen ha parlato di Sebastian Vettel e dei suoi errori alla guida, giustificandolo e spiegando il perchè.

Nella vita alcune opinioni su determinati argomenti sono più importanti e rispettate di altre. E se parliamo di Formula 1, quella di Mika Hakkinen non passa mai in sordina. Il finlandese è stato, insieme ad Alonso, uno dei pochi uomini riuscito a tenere testa a Michael Schumacher durante la carriera nelle corse, e ciò rappresenta un buon motivo per ascoltare le sue dichiarazioni in materia.

All’ex pilota McLaren è stato chiesto cosa ne pensasse degli errori di Sebastian alla guida da un anno a questa parte. E lui ha risposto così:

“Comprendo gli errori di Sebastian. Succedono perché sta spingendo troppo. Sebastian ha bisogno di molta compattezza all’interno della squadra per rendere al meglio. Ovviamente l’auto deve essere migliore, così da non doverla portare al limite, dove un errore può sempre succedere. Sebastian è un grande pilota, non c’è dubbio. Penso che sia fantastico, ma da qualche anno la Mercedes domina e Vettel è costretto a guidare questa macchina assolutamente al limite e questo ti porta a poter fare degli errori.”

“L’episodio del Canada? Avrei cercato di massimizzare il recupero della performance, tornando in linea per accelerare e ovviamente per non permettere a chi è dietro di passare. Fare così è logico se non lo fai contro le regole.”

Hakkinen quindi non punta il dito su Vettel, ma sulla vettura che guida. Il dominio Mercedes non permette a Vettel di essere in lotta alla pari con Hamilton e quindi il tedesco è chiamato a rischiare di più, e quando si rischia di più, l’errore è dietro l’angolo.

Il Canada ne è una prova lampante. Nonostante la pole position, Vettel era più lento di Hamilton e quest’ultimo non faceva fatica a stargli dietro. Al contrario, il numero 5 stava dando tutto quello che aveva per vincere la gara, ed ha commesso uno sbaglio. Non fosse stato per i commissari l’errore sarebbe stato indolore, vedremo se dopo la riunione di domani lo diventerà o meno.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento