F1 | Continua la crescita di McLaren

Il team inglese sta lentamente ritrovando una competitività che mancava da tanti anni. Tra gli elementi che contribuiscono a questa crescita ci sono l’arrivo di Seidl e l’addio di Alonso.

Il GP di Francia ha evidenziato un ottima performance da parte della McLaren. Il team inglese ha attraversato un periodo di difficoltà, dovuto anche a scelte errate negli anni passati. Sia chiaro, a Woking non sono mai stati in difficoltà come la Williams in questi due anni, ma comunque la vittoria manca dal 2012 e il podio dall’Australia 2014.

Era quindi necessario un cambiamento di marcia, dato anche il blasone del team. McLaren è entrata in Formula 1 dal 1967 e da allora è insieme a Ferrari uno dei team più blasonati, soprattutto per la sua tradizione vincente. Ogni vero appassionato non può dire che non nutre un profondo rispetto per questa scuderia e la vorrebbe di nuovo vedere ai piani alti.

I motivi dietro al declino del team sono molteplici: alla base c’è stata una mancanza di persone forti all’interno della squadra in grado di dare un indirizzo di sviluppo. In alcuni anni, soprattutto nel 2017, c’era una sensazione di “anarchia” nel team. Ed effettivamente era così.

Nel gennaio del 2019 è stato annunciato l’arrivo di Andreas Seidl come team principal. Il tedesco conosce molto bene il mondo delle corse, avendo lavorato per BMW dal 2000 al 2012 e per Porsche nel WEC, dove ha ottenuto diversi successi. Il curriculum parla per lui, se c’è un uomo a cui affidare un team da ristrutturare, quello è lui.

Inoltre a fine 2018 Alonso ha lasciato il ruolo di prima guida del team. L’influenza dello spagnolo sul resto del team era così forte che tutto il resto passava in secondo piano. Anche la monoposto stessa era studiata basandosi sullo stile di guida di Alonso, il quale è molto particolare. Il suo addio pare abbia compattato la squadra e permesso di lavorare più serenamente senza pressioni dal’interno.

Prima del 2021 sarà difficile vedere la monoposto di Woking ad altissimi livelli, ma fa comunque piacere vedere che il periodo buio è passato. Speriamo che avvenga il prima possibile anche per la Williams.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento