F1 | Ferrari: uniti per battere la Mercedes
 

 


F1 | Ferrari: uniti per battere la Mercedes

La Ferrari porterà a Barcellona delle novità aerodinamiche, in particolare delle modifiche alle ali anteriori e posteriori. Occorre recuperare il distacco dalla Mercedes. Fondamentale l’unità del team.

di Giulio Scaccia

Vettel e Leclerc, due galli nello stesso pollaio, con il tedesco in difficoltà e il francese lanciatissimo nonostante l’ultimo errore in prova a Baku.

Entrambi vogliono prevalere sull’altro, senza però dimenticare che il bene principale è la squadra. La Rossa ad inizio mondiale ha puntato su Vettel per poi vedere rapidamente sbocciare Leclerc.

Sebastian Vettel parla sia dei suoi errori ma anche della volontà di stare davanti al compagno per far tornare ai vertici la Ferrari:

Penso che sia normale battagliare in pista con il proprio teammate, ovviamente tocca a me assicurarmi che lui resti dietro e io avanti. La priorità è spingere in avanti la squadra per far tornare vincente la Ferrari. Sono molto critico e sono stato il primo a non essere felice dei miei testacoda. Non vuoi che accadano proprio a te, ma succede. Bisogna voltare pagina, cercando di non sbagliare nuovamente ma ovviamente non può averne la certezza.

Gli fa eco Charles Leclerc:

Seb vuole battermi e io voglio batterlo, ma abbiamo bisogno di lavorare insieme per cercare di migliorare la monoposto. In questo momento la Mercedes ha un grande margine e non ci possiamo permettere delle pause. Abbiamo bisogno di lavorare per raggiungerli il prima possibile. Ho notato che ci sono stati un sacco di commenti sul sottoscritto e su Vettel sui vari social. In un certo senso posso anche capirlo. La Ferrari si è affidata ad un giovane pilota e la gente segue quello che sto facendo.

Insomma il rapporto tra Vettel e Leclerc è buono, non c’è nessun motivo perché, in questo momento della stagione vada a guastarsi, salvo qualche dubbia strategia che, almeno fino ad ora, potrebbe aver penalizzato il giovane francese.

Il Gran Premio di Spagna a Barcellona ci dirà molto.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore. @GiulioScaccia - giulio.scaccia@f1sport.it

Lascia un commento