F1 | Ferrari: torna Stefano Domenicali?

La Ferrari sta pensando a Stefano Domenicali come amministratore delegato al posto di Camilleri. Per l’attuale ad di Lamborghini sarebbe un clamoroso ritorno a Maranello a distanza di cinque anni. Sul piatto i regolamenti tecnici in ottica 2021, e la battaglia con Liberty Media.

In casa Ferrari l’inizio del 2019 ha portato aria di cambiamenti. Dopo la promozione di Mattia Binotto al ruolo di team principal della Scuderia al posto di Maurizio Arrivabene, sembra che in quel di Maranello ci potrebbero essere altri clamorosi colpi di scena. Stando a quanto riportato da Fulvio Solms nel Corriere dello Sport, ci potrebbe essere il clamoroso ritorno di Stefano Domenicali alla Ferrari.

L’attuale amministratore delegato di Lamborghini andrebbe a sostituire l’attuale ad della casa di Maranello Louis Camilleri. Per l’emiliano sarebbe un ritorno nella casa del Cavallino Rampante a distanza di cinque anni. Domenicali diede le dimissioni in Ferrari nell’aprile del 2014 dopo la conclusione del GP del Bahrain, per la mancanza di risultati in pista della Scuderia nel corso di quella stagione.

La posizione dell’attuale ad della rossa Louis Camilleri è tutt’altro che al sicuro. Il manager maltese è stato chiamato a sostituire improvvisamente il vuoto lasciato da Sergio Marchionne in quel di Maranello. Ma Camilleri a differenza di Marchionne, non ha la “cultura” di un marchio che risponde al nome di Ferrari. Ferrari significa passione, storia, significa corse, ma soprattutto è fatta di persone. Le stesse persone che rendono ancor più grande il marchio italiano, sia in pista che fuori. Inoltre Camilleri non si è mai visto (o quasi) nel sostenere la rossa, soprattutto nei momenti difficili della scorsa stagione.

A guidare il team di Maranello serve una persona con esperienza nel campo della F1, e Camilleri per quanto bravo sia come manager, non ha l’esperienza necessaria per prendere delle decisioni importanti.

Alcune imminenti. Innanzitutto c’è da rinnegoziare il “Patto della Concordia” con Liberty Media, il quale scadrà al termine della stagione 2020.

Poi non meno importante, serve qualcuno che abbia le competenze necessarie per discutere delle questioni tecniche con la FIA. Con il nuovo regolamento tecnico (motori compresi ndr) che entreranno in vigore dal 2021. Il neo team principal Mattia Binotto ha le competenze per fare entrambe le cose, però non è così semplice la questione. Binotto deve coordinare oltre mille persone all’interno della Scuderia, affinchè la rossa torni a vincere entrambi i titoli mondiali.

 

E dato che attualmente non c’è una figura di spicco da promuovere a ruolo di ad in Ferrari, John Elkann ha preso in mano la situazione, tutt’altro che semplice.

E’ iniziata ufficialmente l’operazione per riportare Stefano Domenicali a Maranello. Il manager nativo di Imola sta facendo uno splendido lavoro alla Lamborghini, a tal punto che le vendite del marchio di Sant’Agata Bolognese sono raddoppiate nel 2018 rispetto al 2017.

Domenicali non avrebbe nessun motivo per lasciare la Lamborghini, ma forse la nostalgia dal mondo dello sport e della pista potrebbe convincere l’emiliano a tornare in quel di Maranello.

Le cose da decidere sul piatto sono diverse, però, il ritorno di Domenicali potrebbe aiutare la Ferrari non solo a conquistare i mondiali in pista, ma anche a vincere le continue battaglie tecniche contro la FIA. E contro le battaglie contro Liberty Media, con gli americani pronti a togliere alla rossa alcuni benefici economici. Senza parlare poi, di un impatto positivo anche a livello globale sul fronte commerciale. Se ne saprà di più nelle prossime settimane.

Alberto Murador


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento