F1 | Red Bull, non si placano i malumori con la Renault
 

 


F1 | Red Bull, non si placano i malumori con la Renault

Un divorzio, quello tra Red Bull e Renault, che ha ancora strascichi polemici.

di Giulio Scaccia

Dodici anni di collaborazione tra Red Bull e Renault, quattro titoli mondiali piloti con Sebastian Vettel e quattro costruttori, dal 2010 al 2014 e poi l’arrivo dell’era ibrida e tanti problemi, polemiche ed incomprensioni, che hanno portato alla scelta, per la scuderia di Mylton Keynes a passare alle forniture PU della Honda, testata lo scorso anno sulla Toro Rosso.

In una intervista ad Autosport ritorna sul difficile rapporto Chris Horner, Team Principal della scuderia, ricordando vittorie e difficoltà della stagione appena conclusa:

Mi piace dare credito quando è dovuto. In Messico ci è stato fornito in motore che era in grado di vincere, come lo era stato in Austria e in Cina. Siamo stati fortunati a Monaco, perché abbiamo vinto anche con la MGU-K rotta. Su qualsiasi altro circuito ci avrebbero sorpassato. Ho una totale ammirazione per i ragazzi della Renault, che stanno lavorando nel loro box, settimana dopo settimana. Ma penso che alla fine anche loro siano stati delusi dalla mancanza di impegno della casa madre in termini di sviluppo ed affidabilità. Troppo spesso abbiamo dovuto prelevare alcune parti da un motore per montarle su un altro. Questo è un tema troppo importante per l’intera era ibrida, e questo può compromettere sia il lavoro al banco che quello in pista, e così via.

Parole di elogio per il fornitore di carburanti semre da parte di Horner:

La Exxon ha fatto un ottimo lavoro per noi e la loro difficoltà e frustrazione è stata che essendo un cliente abbiamo avuto a disposizione pochissimo tempo per lavorare al banco. Ma sono stati in grado di realizzare un carburante che ha fatto funzionare bene la Spec C, cosa che invece il team ufficiale non è stato in grado di fare.

Non si placano quindi i dissapori. E sempre dalle colonne di Autosport Cyril Abiteboul, Team Principal della Renault:

E’ strano, perché 12 anni sono una grossa fetta della storia di Red Bull e Renault. Abbiamo passato alcuni momenti difficili, ma altri sono stati molto belli. In molte occasioni però la Red Bull ha peccato nella comunicazione. Saremo in grado di controllare molto meglio le nostre comunicazioni, mentre loro saranno in grado di sviluppare il loro rapporto con Honda. E’ stato positivo per entrambe le parti.

Sentimenti contrastanti per Renault, molto netti per Red Bull. A Mylton Keynes sono molto fiduciosi sulle possibilità offerte dalla PU Honda.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.

Lascia un commento