F1 La batteria della Mercedes 2018 era più piccola

Dopo aver raccolto diverse indiscrezioni nell’ambiente, avevamo scritto, già ad inizio stagione, come la Mercedes per recuperare peso avesse ridotto le dimensioni del suo pacco batteria, da una foto celebrativa del quinto titolo mondiale costruttori arriva la conferma. 


Tutte le informazioni che avevamo raccolto ad inizio anno andavano nella stessa direzione: La Mercedes avrebbe ridotto le dimensioni del pacco batterie. In questo articolo in cui riportavamo le analisi dimensionali dei passi delle varie vetture infatti lo avevamo riportato –> https://www.f1sport.it/2018/03/ecco-le-possibili-misure-del-passo-ferrari-mercedes/ 

Ora, con l’aggravio di peso, è stata obbligata all’inversione di rotta e questo potrebbe avere avuto grosse ripercussioni sulle performance della power unit

A gravare, infatti, era stato l’aggiunta dell’Halo sulla W08 che ricordiamo fu anche sollecitato, non a caso, proprio dalla Ferrari. In molti ricorderete il test sbrigativo dell’aero-screen svolto da Vettel a Silverstone il quale bocciò in un solo giro la soluzione. Anche su Autosprint scrivemmo:

E’ probabile, infatti, che la volontà della Ferrari di introdurre l’Halo fig.1 e fig.2 (ben più pesante) rispetto ad un aero-screen fosse legato proprio – come già accennato in altri numeri – alla volontà di mettere in difficoltà gli avversari della Mercedes. Il team anglo tedesco, già al limite del peso complessivo, sarebbe costretto a rivedere anche le dimensioni della batteria rendendolo probabilmente meno performante dal punto di vista del recupero energetico e quindi potenzialmente più avvicinabile da parte della concorrenza.

Questa riduzione delle dimensioni e del peso della batteria sarebbe coerente con la scelta di ridurre di qualche cm il passo della vettura 2018 fig.3. Monoposto che rimarrà comunque dotata di passo lungo ma, che grazie alla piccola riduzione dell’interasse riuscirà a eliminare qualche Kg in eccesso della vettura recuperando così l’aggravio dell’Halo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Dalla foto Celebrativa che la Mercedes ha pubblicato è arrivata la conferma a quanto avevamo anticipato. Grazie all’immagine in cui sono state mostrate tutte le macchine iridate e i loro motori e pacchi batterie è stato possibile vedere come (anche se l’angolazione è diversa) Energy Store della monoposto 2018 risulti essere di dimensioni leggermente più contenute.

In effetti osservando le prestazioni espresse dalla Mercedes nel 2018 il suo dominio motoristico sembrava essersi ridotto drasticamente. Certo è indubbio che anche la concorrenza, Ferrari in primis, abbia svolto in grande recupero ma probabilmente anche l’impossibilità di utilizzare una batteria di dimensioni maggiorate (il regolamento prevede un peso minimo e massimo compreso tra 20kg e 25kg) ha aiutato il recupero degli avversari sulle frecce d’argento. 

Una batteria di dimensioni maggiori, infatti, mette al riparo dal degrado del pacco stesso e da perdite di carico, cosa a cui invece altri team sono andati incontro rimanendo sul peso minimo e con batterie dall’ingombro ridotto. E’ importante precisare anche come queste vengano sempre sviluppate in lunghezza e non in altezza per non alzare troppo il baricentro della vettura.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

  • Paolo Pollastri

    Non l’ho molto capita questa..una f1 deve ricercare al massimo la riduzione dei pesi per 2 motivi: il primo è migliorare l’handling abbassando il baricentro il più possibile e spostandolo in avanti o indietro a piacimento. Il secondo è non obbligare l’aerodinamica del veicolo a seguire dei vincoli dati dalla powerunit. Avere un pacco di batterie più piccolo significa aver lavorato bene per compensare l’aggravio di peso dell halo.I megajoule sono limitati per regolamento, avere una batteria più grande non serve a nulla. Le f1 non hanno batterie chimiche come quelle delle auto di serie, ma dei supercapitori, che scaldano molto. Ridurre la massa significa scaldare di meno e pertanto avere radiatori più piccoli etc….

    • Antonio Granato

      Ciao Paolo, grazie per il tuo commento innanzitutto.
      Non sono d’accordo che avere una batteria grande non serve a nulla, anzi. Come più volte mi è stato anche confermato ciò ti mette a riparo dal decadimento e dalla perdita di efficienza. Il regolamento infatti non limita a 4mj lo stoccaggio ma l’utilizzo. In pratica puoi stoccare anche di più ma a giro non puoi immettere e utilizzare più di 4mj. Se però salvi dell’energia e immagazzini di più questo ti mette al riparo da mancanze improvvise che possono manifestarsi a metà o fine gara.
      Spero di essere stato chiaro in queste poche righe.

      • Paolo Pollastri

        Grazie è sicuramente un punto di vista corretto, però mi sembra che gli altri siano messi peggio..
        Quante volte si sente che la Ferrari soprattutto nelle prove e qualifiche era “a corto di batteria” e doveva aspettare un giro per ricaricarla…

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com