Monza: Vettel e Raikkonen coi piedi per terra

Sebastian Vettel, dopo la vittoria a Spa, è consapevole del potenziale raggiunto dalla Ferrari. Ma il tedesco e il fillandese mettono le mani avanti e restano coi piedi per terra in vista del weekend di Monza.

| di Luciano Coda

Sebastian Vettel vince nel GP del Belgio 2018

Sebastian Vettel, fresco vincitore nel GP del Belgio, arriva a Monza col viso sereno anche rispetto al passato. Il tedesco di Heppenheim sa quanto la sua Ferrari sia arrivata al livello giusto per battere la Mercedes, ma questo non deve far posare il team sugli allori, lui stesso ne é consapevole:

La gente dimentica che negli ultimi 5 anni la Mercedes ha avuto un dominio assoluto. È bello ora essere lassù a lottare con loro, ma non dobbiamo dare nulla di scontato per non trovarci come negli anni scorsi. Noi sappiamo di avere un’ottima macchina ma non possiamo adagiarci sugli allori. È una bellissima sensazione salire in macchina e sapere di poter lottare per la vittoria ogni domenica, ma per il resto penso faccia bene non pensarci troppo!

A Monza, meglio non pensare alle pressioni, né pensare alla Mercedes, che nella Conferenza Stampa ufficiale è assente di piloti, proprio per fare spazio al duo Ferrari.

Kimi e Sebastian sono i veri protagonisti del weekend e come da rito, spunta la domanda sul fascino Ferrari a Monza

Essere piloti Ferrari qui è particolare, avere tanti tifosi rende l’atmosfera diversa e lo senti immediatamente nel momento in cui arrivi qui, ma per la guida pura è lo stesso lavoro che devi fare in ogni altro circuito. Speriamo di ottenere un grande risultato non solo per noi, ma anche per i tifosi

Afferma Kimi Raikkonen, che a Monza non rilascia dichiarazioni sul proprio futuro (ancora incerto), rammentando che esso dipende esclusivamente dalla direzione Ferrari. A 39 anni è il più vecchio e maturo del circus (assieme ad Alonso), l’unico in attività, ad avere memoria delle monoposto di 15 anni fa:

Non penso di guidare diversamente da dieci anni fa, anzi penso di farlo piuttosto bene e non sarei qua se non penserei di poterci provare. Magari un giorno mi sveglio e non so pù andare veloce, ma non credo ci sia una data specifica, è una questione di sensazione più che di tempistica

Monza 2018
Kimi Raikkonen, 39 anni, durante la Conferenza Stampa a Monza 2018

Nel Gp di Monza, i due piloti non nascondono il desiderio della prima fila: Sebastian Vettel vuole vincere, sfruttando il momento positivo generale, e entrare nelle fila di coloro che a Monza hanno vinto in rosso.

E intanto Hamilton? L’inglese fa sapere che il giovedì non sarebbe stato presente alla conferenza stampa per “motivi personali” lasciando da solo il suo compagno, Bottas, a districarsi fra le pratiche pre-weekend.

La lotta al mondiale è ancora ampiamente aperta e Hamilton lo sa: lui che è rimasto di stucco a Spa, su un sorpasso e dominio che non si aspettava. Ora tocca a Monza, il fortino di colore rosso, per regalarci un weekend tutto da seguire.

© F1Sport.it| Luciano Coda

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luciano Coda

Studente di Lingue, seguo la F1 dal 2010 circa e sono appassionato del suo mondo e dei suoi protagonisti. La cosa che mi interessa di più? Ricciardo che beve champagne dalla sua scarpa.

Lascia un commento