Belgio: la Ferrari e Vettel ritrovano vittoria, fiducia e serenità

Spa era una sorta di prova di appello. La Ferrari di Vettel vince di forza un Gran Premio che si è deciso al primo giro e che ha dimostrato che la Rossa è la migliore vettura del lotto. E che Vettel se è tranquillo può battere Hamilton.

di Giulio Scaccia

Tante critiche, anche da queste colonne, sia al box che ai piloti. Oggi a Spa la Ferrari si è presa la vittoria e ha ripreso fiducia e magari un po’ di serenità.

Senza la variabile meteo degli ultimi Gran Premi probabilmente staremmo a parlare della terza vittoria di fila della Rossa, anzi la quarta unendola a Silverstone ma il motorsport è questo e la variabile meteo c’è, come c’è una grande scuderia avversaria, la Mercedes e un grandissimo pilota, Lewis Hamilton.

Vettel vince e convince. Supera Hamilton all’inizio del rettilineo del Kemmel e si riprende quello che l’anglocaraibico, a posizioni invertite, lo scorso anno non gli aveva concesso.

Ecco le parole di Seb per spiegare il sorpasso:

Ho fatto una bella partenza, Lewis mi ha spinto tanto a sinistra ma sapevo che avevo una possibilità più avanti. Ci avevo provato anche l’anno scorso ma non c’ero riuscito. Quest’anno è andata meglio, avevamo meno ala ma il tempismo è stato perfetto. L’ho gestita bene. Si è aggiunta anche la Force India ma ero davanti.

Vettel continua il racconto della sua gara che sintetizza bene quanto successo dopo la Safety Car:

Sono ripartito bene. C’era vento da dietro ma dopo quel problema è stata una gara lineare. Lewis ha spinto verso la fine del primo stint ma nel secondo ho controllato. Anche nel traffico sono stato fortunato, sono riuscito quasi sempre a superare sul rettilineo, perdendo poco tempo. Negli ultimi 15 giri ho visto che lui non spingeva tanto e mi sono potuto rilassare, mi sono goduto il pubblico

La Ferrari purtroppo ha portato al traguardo una sola vettiura, in quanto Raikkonen è stato vittima di un incidente al via che poi gli ha compromesso la gara. Dopo aver subito un contatto da Ricciardo alla prima curva è arrivato ai box, ha cambiato la gomma ma il fondo della vettura era rovinato e dopo pochi giri c’è stato il ritiro.

Questo ha permesso alla Mercedes di prendere punti preziosi nel costruttori, avendo Bottas portato a casa un ottimo quarto posto. Ora la Ferrari ha 360 punti, mentre la Mercedes 371.

Vettel è dietro ad Hamilton di 17 punti. L’anglocaraibico 231, Seb 214. Il mondiale è aperto.

A questo punto la chiusura è di Maurizio Arrivabene:

Se ieri hanno definito Hamilton mago della pioggia, noi siamo i maghi dell’asciutto.

La Ferrari è la macchina migliore del lotto. Monza aspetta nel prossimo week end. Dove, sempre secondo le parole del Team Principal:

A Monza la battaglia continua ma con serenità e concentrazione.

 


Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.