Vettel e Ferrari: a Silverstone una vittoria da leoni che vale doppio

Sebastian Vettel e la Ferrari trionfano a Silverstone. Una vittoria pesante, che vale doppio e che ha un valore simbolico, non soltanto numerico. Ora è lecito sognare, ma con i piedi per terra.

di Giulio Scaccia

La Ferrari non vinceva a Silverstone da sette anni e soprattutto era la gara di casa della Mercedes e dove Lewis Hamilton l’ha fatta sempre da padrone. In più mettiamoci la terza ed ultima pista dove la Pirelli portava le gomme ribassate di 0,04 mm, che a Barcellona sopratutto ma anche al Paul Ricard avevano esaltato la Mercedes e fatto faticare la Ferrari.

La vittoria di Vettel vale doppio. Il tedesco è stato un leone, come ha detto Arrivabene. Una grande partenza, la gestione della testa della gara, poi il cambio gomme in regime di Safety Car. A quel punto dietro a Bottas si è temuto che la gara fosse compromessa ma Seb, con gomme più fresche e più morbide, ha tirato fuori un sorpasso da maestro e ha portato a casa la meritata vittoria.

Otto punti di vantaggio di Sebastian Vettel su Lewis Hamilton e venti in più della Mercedes nella classifica costruttori. Quasi proibito pensarlo ad inizio week end ma anche forse al sabato dopo le qualifiche.

Vettel ha dimostrato di essere veloce ed anche di saper sorpassare. Dopo il bellissimo sorpasso ai danni di Hamilton in Austria la scorsa settimana, quello a Silverstone a Bottas. La dimostrazione che si può sorpassare e che

Ecco le parole di Seb a fine gara, dopo la vittoria numero 51:

Pensavo che oggi potesse essere una bella giornata per noi e una bella gara. Pensavo anche che la partenza potesse essere una parte molto importante di questo weekend di gara, poi con la Safety Car la corsa è diventata più difficile ed è stata un po’ stravolta. Però sono molto felice per la squadra. Porteremo la bandiera inglese a Maranello con tanta gioia e un grande sorriso. Alla fine il duello con Valtteri è stato bello e sono stato felicissimo di averlo terminato in questo modo. Penso che sia sempre qualcosa di speciale.

Conclude Vettel parlando dei progressi Ferrari:

In questo momento è importante che la macchina vada bene, che vada forte. Penso che i nuovi aggiornamenti che abbiamo portato qui abbiano funzionato molto bene. Tutto il weekend la monoposto sia stata veloce.

Binotto e tutto il team sta facendo un grosso lavoro di sviluppo e la Ferrari è diventata la macchina da battere. Gli equilibri variano in funzione della pista, delle gomme, delle temperature, ma dal Canada sembra che, pur con dinamiche complesse ed imprevedibili, a Maranello dispongono di una vettura performante su tutte le piste.

E di un Vettel che in questo campionato potrebbe fare un ulteriore salto di qualità, che gli consentirebbe di entrare nell’Olimpo dei grandissimi.

 

 

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore. @GiulioScaccia - giulio.scaccia@f1sport.it

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com