Ungheria 2017: la prima ed ultima vittoria Ferrari con Marchionne ai box

La doppietta Ferrari: nel giorno della morte di Sergio Marchionne è doveroso da parte nostra ricordarne la figura con il Gran Premio d’Ungheria del 2017, rappresenta il momento più alto della sua presidenza.

La Ferrari che arriva in Ungheria è all’ultima spiaggia, uscita dal GP d’Inghilterra sconfitta e umiliata dalla Mercedes, ma con una macchina finalmente competitiva, la squadra ha la consapevolezza di poter vincere e rilanciarsi in classifica proprio a partire dal GP in terra magiara.

Per poter dare forza e supporto alla squadra ai box appare il presidente Marchionne. La situazione si fa tesa, la grinta del presidente è palpabile e tutta la squadra sa che un errore difficilmente verrà “perdonato”. Al venerdì la situazione non è rosea, il circuito più favorevole si sta rivelando una striscia d’asfalto difficilmente interpretabile. Il presidente e la squadra vogliono questa vittoria e a Maranello sul simulatore si sprecano le ore per capire perché le modifiche non hanno funzionato in pista.

Al sabato un piccolo problema alla Power unit di Raikonen innservosisce l’ambiente rosso, lo sguardo del presidente è eloquente, si sa vuole togliere il sorriso ai tedeschi, la squadra non reagisce, c’è chi dice che la presenza del presidente stia agitando il box, lo stesso Arrivabene sembra teso, tensione che comincia a scemare quando a metà delle libere del sabato le Ferrari si portano in testa alla classifica.

Ma non basta, le qualifiche dovranno dimostrare l’effettivo valore delle macchine rosse. Il presidente si informa coi tecnici carica i piloti si prepara alle qualifiche.

E in qualifica le rosse danno spettacolo piazzandosi al primo e al secondo posto e ipotecando il successo.
Il giorno dopo alla partenza Vettel scatta in testa e Kimi al secondo posto controlla gli avversari, la rossa ha un passo diverso, più consono ai desiderata del presidente, che dal muretto soffre quasi fosse in macchina coi propri piloti.


Niente può ostacolare la marcia trionfale di Vettel, neanche il volante che improvvisamente sembra tremare e risultare storto anche in rettilineo, tanto che il presidente, che ha definito la propria prima guida come pilota dal carattere meridionale, dever ricredersi ed esalta la prestazione di Vettel quale esempio di cinica freddezza. Un grande Kimi Raikkonen fa da scudiero a Vettel, coprendolo e non sorpassandolo nonostante le difficoltà della sua vettura.

Quella di Ungheria 2017 è stata la prima vittoria della Ferrari col presidente ai box e, nonostante che personalmente lo abbia spesso criticato, lo vogliamo ricordare in questo modo. Con una splendida vittoria, anzi una doppietta.

 

Ecco la classifica finale del Gran Premio:

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia
1 5 Germania Sebastian Vettel Italia Ferrari 70 1h39’46″713 1
2 7 Finlandia Kimi Räikkönen Italia Ferrari 70 +0″908 2
3 77 Finlandia Valtteri Bottas Germania Mercedes 70 +12″462 3
4 44 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes 70 +12″885 4
5 33 Paesi Bassi Max Verstappen Austria Red Bull Racing-TAG Heuer 70 +13″276 5
6 14 Spagna Fernando Alonso Regno Unito McLaren-Honda 70 +1’11″223 7
7 55 Spagna Carlos Sainz Jr. Italia Toro Rosso 69 +1 giro 9
8 11 Messico Sergio Pérez India Force India-Mercedes 69 +1 giro 13
9 31 Francia Esteban Ocon India Force India-Mercedes 69 +1 giro 11
10 2 Belgio Stoffel Vandoorne Regno Unito McLaren-Honda 69 +1 giro 8
11 26 Russia Daniil Kvjat Italia Toro Rosso 69 +1 giro 16
12 30 Regno Unito Jolyon Palmer Francia Renault 69 +1 giro 10
13 20 Danimarca Kevin Magnussen Stati Uniti Haas-Ferrari 69 +1 giro[25] 15
14 18 Canada Lance Stroll Regno Unito Williams-Mercedes 69 +1 giro 17
15 94 Germania Pascal Wehrlein Svizzera Sauber-Ferrari 68 +2 giri 18
16 9 Svezia Marcus Ericsson Svizzera Sauber-Ferrari 68 +2 giri 20
17 27 Germania Nico Hülkenberg Francia Renault 67 Freni[26] 12
Rit 40 Regno Unito Paul di Resta Regno Unito Williams-Mercedes 60 Perdita d’olio 19
Rit 8 Francia Romain Grosjean Stati Uniti Haas-Ferrari 20 Ruota 14
Rit 3 Australia Daniel Ricciardo Austria Red Bull Racing-TAG Heuer 0 Collisione con M.Verstappen 6
SP 19 Brasile Felipe Massa Regno Unito Williams-Mercedes Malato

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com