Robert Kubica forse pilota titolare nel mondiale 2019
 

 


Robert Kubica forse pilota titolare nel mondiale 2019

Molti sperano di rivedere il talento cristallino di Robert Kubica in Formula 1. Sono iniziate voci di mercato e aumentano le probabilità di un sedile per il talento polacco.

di Giulio Scaccia

La Williams sta vivendo il periodo più nero della sua storia, e tiene ai box, come terzo pilota Robert Kubica, che certo non potrebbe ribaltare la situazione ma almeno aiutare nello sviluppo la vettura ed avere prestazioni in pista più performanti rispetto a Stroll e Sirotkin, stereotipi di piloti con la valigia (piena).

Robert Kubica Williams

Hanno iniziato a rincorrersi voci di un ingresso del padre di Lance Stroll nel capitale della Force India e di un eventuale passaggio di Lance nella scuderia anglo indiana. Come sembra che Kubica in queste ore sia stato avvicinato al team Haas. Le possibilità per Robert non sono molte, ma il polacco vuole giocarsele.

Ecco le parole di Robert riguardo il suo futuro in Formula 1:

Io alla Haas? Non leggo i pettegolezzi. Ho sempre preferito fare le cose in silenzio. Sto avendo dei colloqui, ma non con la Haas, al momento non sto discutendo con loro. Non so se Lance Stroll andrà in

Robert Kubica Williams

Force India, quindi al momento è inutile guardare avanti e creare delle storie. Non sto dicendo sì o no riguardo ai team con cui sto parlando. Non sarà facile trovare un sedile, perché molti giovani piloti con

grandi budget e opportunità vogliono entrare in F1 e ci sono squadre che richiedono denaro.

E se il futuro di Robert fosse in Ferrari? La situazione a Maranello potrebbe evolvere e a questo punto, visti i disastri in pista e il nuovo Presidente, qualcosa potrebbe muoversi. Arrivano voci anche di un ulteriore tentativo di Fernando Alonso.

La Formula 1 ha bisogno di talenti e quello di Kubica come quello di Alonso non possono e non devono essere sprecati.

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.

Lascia un commento