Germania: super Vettel fa la pole, secondo Bottas. Male Hamilton

Pole position di Sebastian Vettel. Le prove del Gran Premio di Germania si sono svolte regolarmente dopo la pioggia del mattino. Il primo colpo di scena è Lewis Hamilton fuori in Q1. Poi lotta serrata la spunta il tedesco.

di Giulio Scaccia

Le prove iniziano regolarmente, un 40% di probabilità di pioggia. Tutti in pista con gomme ultrasoft. I primi 5 eliminati in Q1 sono Ocon, Gasly, Hartley, Stroll e Vandoorne ma la vera sorpresa è l’uscita di Lewis Hamilton che parcheggia la macchina per un problema al cambio che, a detta della Mercedes, è di origine idraulica. Il guaio dovrebbe essere dovuto ad un cordolo preso troppo duramente dall’inglese.

Hamilon non la prende bene, prova anche a spingere la macchina nella sabbia ed impreca, ma non riuscirà a ripartire. Il campione del mondo è quint’ultimo. Al termine delle Q1, le Ferrari di Raikkonen e Vettel sono davanti a tutti.

Nella Q2 Ricciardo per preservare la nuova pu, non fa nemmeno un giro, facendo salire di una posizione Hamilton. Sessione fermata per qualche minuto per una uscita di Ericsson che porta ghiaia sulla pista. Tutti i team optano per le Ultrasoft per qualificarsi. Al termine del Q2  eliminati Alonso, Sirotkin, Ericsson, Hamilton e Ricciardo. Primo degli esclusi Alonso. Davanti a tutti Bottas, Verstappen e le due Ferrari. Bene Leclerc, dentro in Q3 con l’ottavo tempo.

In Q3 battaglia tra le due Ferrari, Bottas e Verstappen. Vettel fa subito il record della pista davanti a Bottas e Raikkonen dietro a seguito di un piccolo errore all’ingresso del Motodrom.

Ultimi secondi vibranti. Pole position con il tempo di 1:11:212per Sebastian Vettel, che per due decimi precede Bottas ed un buon Raikkonen ma che non è riuscito a stare davanti alla Mercedes del finlandese. Domani ci sarà battaglia.

Nuovo record della pista per il tedesco emozionato alla fine delle qualifiche, che batte il vecchio record di Michael Schumacher.

Ecco la classifica finale:

 


Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.