Ferrari: scambio Leclerc-Raikkonen una soluzione per tutti

Dopo 10 gare la F1 è a metà stagione, tempo di scelte per l’anno successivo. La Ferrari di solito svela il proprio futuro a ridosso di Monza. Proviamo in anticipo a ipotizzare perché uno scambio di piloti tra Leclerc e Raikkonen non sarebbe fantascienza.

Metà stagione, tempo di bilanci e mercato i piloti. Se tra i top team i sedili andranno tutti verso una probabile riconferma, in Ferrari qualcosa potrebbe cambiare.

Non è un mistero che Charles Leclerc sia il prescelto per sostituire Kimi Raikkonen al volante della rossa, la questione è solo stabilire quando.

Abbiamo vissuto annate in cui la riconferma di Kimi in Ferrari pareva in bilico a causa del suo altalenante rendimento. Quest’anno invece, l’ultimo di contratto, Raikkonen sta facendo la migliore stagione dal suo ritorno in Ferrari. Per assurdo, anno del titolo a parte, mai è stato così solido con la rossa.

La questione è: come si fa a rinunciare ad un pilota ancora cosi performante che però compirà 38 anni ad ottobre? Fosse confermato alla fine della  stagione 2019 Kimi avrebbe ben 40 primavere alle spalle. Per un top driver un fatto storico.

Charles Leclerc Alfaromeo Sauber

Leclerc dopo qualche GP di ambientamento alla categoria sta mostrando una classe straordinaria, deve ancora crescere e maturare ma certo riesce già a dimostrare d’aver la stoffa del campione.

La F1 moderna ha bruciato le tappe di molti giovani ma attraverso questo modus operandi di giovani ne ha anche bruciati parecchi . Hamilton nel 2007 esordì subito su una McLaren iper-competitiva, non parliamo di Verstappen il più giovane di sempre a vincere un GP ma che dire dei Vergne dei Kvyat, di Alguesari. Tutti buoni giovani lanciati in F1 senza paracadute e persi per strada.

Insomma interpretando la corrente di pensiero attuale un giovane davvero meritevole va messo in macchina subito. Ma anche su una Ferrari? Raikkonen pare non aver voglia di smettere, Leclerc che potrebbe fare ancora un’anno in Sauber per continuare ad apprendere non vede l’ora di fare il grande salto. Quale sarà la scelta giusta?

In ottica Ferrari, di cui l’Alfa Sauber è di fatto un team satellite potrebbe essere trovata una soluzione utile per tutti: uno scambio di sedili tra Raikkonen e Leclerc.

Leclerc approderebbe subito nel 2019 nel team che attraverso la Driver Academy l’ha seguito da sempre, Raikkonen tornerebbe a fine carriera nel team, la Sauber, che l’ha lanciato nel lontano 2001.

La scelta per altro sarebbe molto utile alla Ferrari e comunque di prestigio per Raikkonen. Alfa Romeo è un nome con una storia ed un’appel che molti tra i team presenti in griglia nemmeno si sognano. Kimi più qualche risorsa inviata da Maranello, con la sua esperienza avrebbe il compito di contribuire ad innalzare il livello della Alfa Sauber nell’ottica di portare il team il più su possibile nella classifica costruttori.

La contesa è sempre la stessa, la sfida Mercedes – Ferrari tra coloro che ne montano le power unit; Force India e Williams contrapposte ad Alfa Sauber ed HAAS.

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com