Alonso a Budapest spera nella McLaren e sogna la Ferrari
 

 


Alonso a Budapest spera nella McLaren e sogna la Ferrari

Fernando Alonso non ha ancora deciso il suo futuro ma si augura che il Gran Premio in Ungheria possa essere favorevole a lui e alla sua McLaren.

di Giulio Scaccia

La pista di Budapest è dove Fernando Alonso ha colto il primo successo iridato, nel 2003. Da allora è passato tanto tempo: due mondiali e tantissime delusioni.

Qualche voce lo riavvicina alla Ferrari, visto l’arrivo del nuovo Amministratore Delegato Louis Camilleri e soprattutto di John Elkann alla presidenza, ma sembra difficile: Alonso a Maranello ha lasciato terra bruciata, ma mai dire mai.

Dopo le ultime, opache prestazioni, Alonso probabilmente non ne può più di lottare per le posizioni di rincalzo, arriva una pista che dovrebbe esaltare le poche qualità della sua McLaren. Ha stupito molto la sua arrendevolezza in certe situazioni durante l’ultimo Gran Premio in Germania. Ecco le sue parole in questi giorni, in avvicinamento a Budapest:

L’Hungaroring è una pista fantastica dove chiudere questa prima parte di stagione. Mi aspetto una corsa divertente perchè questo circuito regala sempre un grandissimo spettacolo. I fan, inoltre, sono sempre molto calorosi dato che te li ritrovi ovunque. Parlando del circuito, diciamo che l’Hungaroring è una

foto Massimo Bottazzi

grossa pista da kart per la Formula 1. Non c’è tempo per respirare e ci sono molte frenate impegnative, fattore che normale ci premia.

Il Gran Premio di Ungheria potrebbe vedere riaffacciarsi la pioggia, anche se è ancora presto per avere previsioni certe.E proprio a proposito della pioggia torna sull’ultimo Gran Premio:

Lo scorso fine settimana abbiamo scommesso sulla pioggia, puntando sulle gomme rain, ma purtroppo non è andata come speravamo. Stiamo guardando avanti e speriamo di portare a casa dei punti importanti qui in Ungheria.

Fernando spera di migliorare la sua ottava posizione in classifica mondiale ma sopratutto vorrebbe una vettura competitiva.

Le possibilità di vederlo nella stagione 2019 in Formula 1 non sono moltissime, ma i suoi fans, sempre numerosi ci sperano, soprattutto dovesse arrivare una chiamata sperata.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.

Lascia un commento