Zapelloni a Pit Talk: “Ferrari e Mercedes, in Francia riparte il duello”

La Formula 1 arriva a Le Castellet. La Ferrari che possibilità può avere dopo la vittoria in Canada? Il parere del Direttore Umberto Zapelloni

La Ferrari arriva dopo la vittoria in Canada, in una pista in cui c’è l’incognita delle gomme, con uno pneumatico ribassato di 0,4 mm che ha creato non pochi problemi a Barcellona. Che gara si aspetta?

A Barcellona le gomme sono state determinanti. La Ferrari arriva al Le Castellet con un morale alto dopo il Canada. Ci sarà anche una temperatura diversa, sicuramente più alta. Si torna su una pista dove non si corre dal 1990, dove i riferimenti mancano. Una pista tra l’altro cambiata rispetto alla configurazione storica. Solo la Mercedes ha fatto delle prove, sul bagnato. Sarà importante anche il lavoro del venerdì, anche quello del simulatore. In Canada il lavoro di Giovinazzi al simulatore è stato fondamentale. Rimane incognita gomme. Non è detto però che abbia gli stessi problemi.

Enrico Cardile sta seguendo il progetto 2019, mentre Simone Resta è andato in Sauber. Conosce Cardile?

La nuova gestione Ferrari sta lavorando bene di equipe. Non c’è più il leader unico. Ci sono buoni, ottimi ingegneri con esperienze diverse. Cardile viene dall’endurance. Oggi la Formula 1 è complessa, serve un equipe. Anche Newey è il direttore d’orchestra ma ha un gruppo che lavora con lui. L’importante è la somma delle esperienze. Che sta funzionando. Mi sembra che la Ferrari ha preso la direzione giusta.

Parliamo di piloti. Raikkonen non sta dando una mano a Vettel. Metterebbe Leclerc su un sedile Ferrari per il 2019?

Dopo il primo gran premio dell’anno avrei detto Kimi lo tengo per tutta la vita. Poi si è spento. Alterna gare straordinarie a gare incolori. Lo scorso anno la Ferrari ha fatto bene lo scorso anno a confermarlo. Leclerc sta facendo bene ma oggi la pressione sarebbe enorme per il francese. Il sogno è Ricciardo, ha grande costanza di rendimento, ha sangue italiano, sa convivere con i campioni. Non ha sofferto Vettel in Red Bull, anzi il contrario. La Red Bull farà di tutto per tenerlo, anche se Ricciardo sa che la scuderia di Milton Keynes punterà su Verstappen. La Ferrari ti cambia la vita. E forse l’australiano potrebbe accettare anche con gerarchie chiare.

Cosa si aspetta al Le Castellet?

Ripartirà il duello tra Hamilton e Vettel. In Canada è stato battuto in qualifica e gara da Bottas, non c’era lui, non era la Mercedes. Non credo che la Red Bull possa inserirsi in Francia, ma la Red Bull farà ancora la sua parte e sarà il terzo incomodo. Saranno importanti ovviamente le prove di qualifica. Come scrisse Enzo Ferrari di Ascari, che quando partiva in pole e andava via era imbattibile, così è per Vettel, è la situazione in cui dà il meglio di sé.

 

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore. @GiulioScaccia - giulio.scaccia@f1sport.it

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com