Barcellona: è riscossa Mercedes, la Ferrari annaspa

Hamilton vince di potenza a Barcellona: pole e Vittoria in solitaria, la Mercedes è tornata ad essere uno schiacciasassi. La Ferrari si è scoperta d’improvviso lenta e fragile. Così si mette male ma il GP di Monaco è dietro l’angolo, urge una rabbiosa reazione.

Se a Baku Hamilton aveva vinto con fortuna su una monoposto fino ad allora non eccezionale qui a Barcellona tutto è tornato normale. Hamilton ha dominato, la Mercedes ha fatto doppietta. Nella pista dei test invernali la Mercedes è stata in grado di riportare in pista la propria leadership tornando ad essere imprendibile per tutti.

La Ferrari dopo un inizio di stagione promettente accusa un pesantissimo stop. La vettura di Raikkonen è costretta al ritiro per noie tecniche, già al venerdi era stata frenata dai guai. Vettel invece perde il podio non tanto per la strategia ma per un pit-stop obbligato dal veloce decadimento delle gomme.

Gomme che da Barcellona hanno un battistrada più basso di 0.4 mm , scelta di Pirelli, soluzione che la Ferrari non pare digerire in pista e che Mercedes invece apprezza. D’improvviso infatti la W09 vola.

Questo campionato mostra forti capovolgimenti di forze in campo. Ora è il momento della Mercedes che però anche quando si trovava in difficoltà ha saputo raccogliere piazzamenti che sono valsi punti importanti. Ieri la Ferrari doveva centrare il podio e non ci è riuscita. Ok gli acuti e le vittorie ma per la lotta mondiale sono fondamentali anche i piazzamenti quando vincere non è possibile. In questo parametro il borsino della Ferrari mostra lacune.

Ecco perché la prestazione monstre della Mercedes deve mettere in allarme. Monaco è vicina e lo scorso anno fu doppietta Ferrari. Sicuramente il tracciato Monegasco sarà ancora favorevole alle rosse che per mantenere viva la lotta mondiale non dovranno farsi scappare la vittoria. Serve una reazione subito.

Vettel chiude quarto preceduto da Verstappen. L’olandese finalmente ritrova il podio là dove due stagioni fa aveva vinto. Non sono mancati i brividi, il contatto con la Williams di Sirotkin ha rischiato di mettere ko la gara di entrambi.

Grosjean invece pare al capolinea della carriera. La HAAS è un ottima monoposto ma lui sta gettando al vento un sacco di punti. Anche a Barcellona, poco dopo al via, ha perso il controllo della macchina che in una pericolosa carambola ha centrato la Renault di Hulkemberg. Non ci siamo.

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com