Minardi Day 2018: 50 anni di motorsport sulle rive del Santerno
 

 


Minardi Day 2018: 50 anni di motorsport sulle rive del Santerno

Il Minardi Day 2018 si avvicina. L’evento – insignito tra l’altro lo scorso dicembre del prestigioso Casco d’Oro di Autosprint 2017 per il Miglior Evento di Motorsport dell’anno – quest’anno sarà particolarmente ricco di novità e di azione in pista.

 

Gian Carlo Minardi – Minardi Day 2017 – Ph: Francesco Svelto

Gian Carlo ed il suo staff sono particolarmente entusiasti di come la macchina organizzativa stia procedendo verso il grande weekend del 5 e 6 maggio prossimi, quando l’Autodromo di Imola sarà protagonista di uno show dal valore storico ed emotivo indiscusso. Appassionati e tifosi della F1 e del motorsport in generale potranno ammirare un parco auto che copre 50 anni di competizioni, dagli anni 60 ai giorni nostri.

Durante il fine settimana sono attese oltre cento vetture che raccontano quasi mezzo secolo di competizioni sportive. Si parte dagli anni ’60 con la Cooper T51 del 1963, la prima monoposto che il Campione del Mondo delle due ruote John Surtees acquistò per iniziare la sua carriera nel mondiale di F1, per arrivare al decennio successivo attraverso la Ferrari B2, la Tecno griffata Martini Racing del ’72, la Surtees F5000, Tyrrell P34 – 6 Ruote del 1976 e la Theodore TR1 proseguendo per la March 761, la Minardi M185 che debuttò nel Gran Premio del Brasile sul Circuito di Jacarepaguà con Pierluigi Martini insieme alle “sorelle” M186, M189, M193, PS04B e alla Benetton motorizzata Alfa Romeo, Fondmetal, Dallara, Osella, Fittipaldi F8 guidata nel 1980 da Emerson Fittipaldi e Keke Rosberg, la Jordan 198 di Damon Hill, le Arrows A11, progettata da Ross Brawn, A20 e A21,  quest’ultima guidata da Jos Verstappen nel mondiale 2001, Ferrari F92A e F2002 Campione del Mondo con Michael Schumacher, le Toro Rosso STR03 con cui Sebastian Vettel conquistò la sua prima vittoria in F1 nel 2008 sul tracciato di Monza e STR13  e alla Mercedes W04 vincitrice di tre gran premi nel 2013 che sarà portata in pista da Aldo Costa.

Insieme alle vetture di Formula 1 grande spazio è stato riservato anche alle vetture di F2, F3, F3000 e Formula Abarth e Italia che hanno saputo formare i campioni, oltre alle vetture GT e Prototipi delle principali case costruttrici tra le quali Abarth, Alfa Romeo, Aston Martin, BMW, Caterham, Lamborghini, Lavaggi, Lotus, Lucchini e Jaguar.

Lo scorso lunedi, ai microfoni di Pit Talk, un emozionato Gian Carlo Minardi ci ha commentato queste grandi novità:

“Sarà una terza edizione che spero sia gradita ai tifosi della Minardi e non perchè non c’è un futuro senza un passato. Abbiamo cercato di riportare a Imola gli amici, ex piloti e tante macchine prestigiose – elencate sopra, n.d.r. – Ci sarà da sbizzarrirsi, queste sono vetture che in molti casi si son viste solo in foto o sui giornali!”

Uno dei tantissimi spunti di interesse di questa terza edizione, come già vi abbiamo riportato in precedenza da comunicato ufficiale, sarà l’assegnazione del Trofeo Bandini a Brisighella nella gioranta di sabato, 5 maggio. Cosi Gian Carlo Minardi:

“Il trofeo Bandini ha premiato, nelle sue 24 edizioni precedenti, ben otto piloti che poi sono diventati campioni del mondo di F1. Quest’anno ci sarà Valtteri Bottas della Mercedes. La stessa Mercedes mi ha fatto un grande regalo perchè a questo evento ci sarà la vettura del 2016 che partirà dal centro di Faenza per arrivare al borgo medievale di Brisighella. Contemporaneamente porterà ad Imola, nella giornata di domenica, la vettura del 2013, la W04 che è la prima progettata dal nostro Aldo Costa – ex Minardi e Ferrari e poi plurititolato con Mercedes – e allo stesso tempo l’ultima Freccia d’Argento ad aver montato un motore V8 aspirato prima dell’avvento delle power unit!”.

 

Una giornata, quella di sabato 5, particolarmente intensa perché il pubblico e gli appassionati potranno spostarsi da Imola a Brisighella nell’attesa che arrivi il finnico a bordo della Mercedes W07 Hybrid. Ma non solo. Tra le strade dello splendido borgo, vi saranno anche Nick Heidfeld e la sua vettura di Formula E del team indiano Mahindra. E chissà che presto non arrivi qualche altra novità per il giorno dopo, 6 maggio…

Non resta che restare sintonizzati sui canali ufficiali dell’evento e aspettare ancora un po’. Il weekend del 5 e 6 maggio non è poi cosi lontano…

 

SITO WEB:

www.minardiday.it

FACEBOOK:

www.facebook.com/minardiday

TWITTER:

twitter.com/minardi09


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento