A sorpresa vince Ricciardo il GP di Cina

Vince Ricciardo su Red Bull, 4° Hamilton solo 8° Vettel dopo un contatto con Verstappen.

Anche la gara della Cina è stata una gara che ha mantenuto alta la tensione fini all’ultimo giro.

Le strategie, i pit stop e la SC hanno effettivamente condito al meglio una prova del campionato che poteva sembrare dall’esito scontato, invece in pista c’è stata lotta vera.

Discutibile alla partenza la manovra di Vettel su Raikkonen che va a chiuderlo come se fosse con il compagno di squadra in lotta per il mondiale e all’ultimo GP. La manovra obbliga il finlandese ad una traiettoria poco consona e a perdere, quindi, posizioni preziose ritrovandosi 4° dopo la prima curva.

Ottimo e da applausi l’undercut di Bottas che girando ben 2″ più veloce di Vettel nel giro di rientro beffa il tedesco e gli ruba la 1° posizione.

Discutibile pure, la scelta di ritardare il pit stop di Raikkonen. Questo nel tentativo di utilizzare Kimi per rallentare Bottas e consentire a Vettel di riprendersi la posizione.

Ma è la SC che rimescola completamente tutto, consentendo alle Red Bull su gomme Soft (Mercedes e Ferrari erano su Medium) di riavvicinarsi al gruppo di testa e dar vita ad una serie di sorpassi che consentono a Ricciardo di prendere la testa ma che portano pure al contatto tra Verstappen e Vettel e che costerà a Verstappen 10″ di penalità.

Vettel nel finale superato anche da Alonso probabilmente a causa di alcuni danni riportati dalla sua Ferrari nel contatto con Verstappen.

Ordine di arrivo:

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com