Ferrari – Haas, un rapporto tra polemiche e contraddizioni

La Ferrari ha vinto a Melbourne grazie alla strategia innescata dal doppio ritiro delle Haas. Ma le polemiche non riguardano questo.

di Giulio Scaccia

Le prestazioni del Team Hass in Australia, hanno fatto stupore e fatto storcere il naso a molti. La squadra americana ha un telaio Dallara e Power Unit e l’intero blocco posteriore fornito dalla Ferrari. Il tutto nel rispetto dei regolamenti.

Le performance hanno fatto storcere il naso a molti. Subito Fernando Alonso, ha definito “ferrarina” la monoposto, dopo che si era piazzata davanti a lui durante le prime prove libere. La velocità e il passo sono state poi confermate in gara. McLaren e Force India hanno subito alzato la polemica. ed hanno sollevato molte domande sul rapporto di collaborazione tra Haas e Ferrari, sostenedno che la vettura americana è una replica della monoposto di Maranello del 2017.

La Force India ha detto che solleverà il problema nella prossima riunione dello Strategy Group. Secondo loro non è possibile che un team con due anni di Formula 1 possa avere queste prestazioni.

Il Team Principal della Haas, Gunther Steiner ha subito replicato ai commenti in una intervista alla BBC:

C’è chi vede i fantasmi, dicono che la nostra monoposto è molto simile alla Ferrari dell’anno scorso, ed è un discorso senza senso, ad iniziare da un dato: abbiamo lo stesso passo della Ferrari ma… 2018. E lo abbiamo perché abbiamo le stesse sospensioni  quindi per quale motivo dovrebbe essere differente? Se questo crea problemi devono parlarne con la FIA, possono presentare un regolare reclamo e noi chiariremo la nostra posizione.

Poi continua:

Se devi giustificare la tua incompetenza, l’attacco è la miglior difesa, specialmente se qualcuno con il doppio del nostro budget si ritrova dietro. Mi piacerebbe che fossero fatte delle osservazioni mirate, non solo supposizioni che servono a gettare fumo negli occhi.

Già l’incompetenza e le prestazioni. Force India, pare non abbia ancora pagato la fornitura dei Mercedes dello scorso anno e a detta anche dei piloti, non ci sono risorse economiche per lo sviluppo. McLaren, sta rivelando molti dei problemi avuti con il propulsore Honda lo scorso anno. Le prestazioni sono migliorate è vero, ma a Melbourne ha goduto della defaillance ai box delle Haas e della cattiva giornata di Max Verstappen con la sua Red Bull.

Lo Strategy Group non sembra la migliore sede per sollevare il problema e alla FIA non è arrivato nessun ricorso. Che sia davvero un modo per sviare l’attenzione dalla scarsa competitività?


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.

Lascia un commento