Esclusivo a Pit Talk: Red Bull e Honda insieme dalla stagione 2019

Un ingegnere gruppo strutturare sospensioni della Toro Rosso, rivela nel corso della puntata di lunedì a Pit Talk che la Red Bull dal 2019 avrà i motori Honda e racconta l’esperienza della collaborazione con i giapponesi.

Toro Rosso ed Honda hanno iniziato la loro collaborazione che ha dato buoni frutti fin dalle prove di Barcellona. A Pit Talk l’ingegnere racconta l’inizio di questo rapporto e rivela particolari importanti che fanno capire modi diversi di lavorare di un piccolo team rispetto ai colossi e soprattutto il diverso approccio tra Honda e Renault.

Avevamo messo a punto un progetto di sinergia con Red Bull per la componentistica e ridurre i costi, poi  è arrivata Honda e le cose sono cambiate. Ci siamo trovati a lavorare con un po’ di ritardo su sospensioni, telaio e sistema di raffreddamento. La Toro Rosso non ha la capcità di produrre come i grandi team e deve interfacciarsi con parecchi fornitori. Questo si traduce in un minor tempo di progettazione e meno margine di errore. In due mesi abbiamo fatto una macchina che avrebbe richiesto quattro mesi.

Pierre Gasly Toro Rosso

Il motore Honda che impressioni vi ha dato:

Sicuramente una buona impressione. Il primo anno di Honda con McLaren i problemi erano Honda. Il secondo  c’erano problemi di installazione della PU sulla McLaren, come è stato dimostrato da subito nei test con Renault. Siamo stati fortunati perché Honda rispetto a Renault è stata molto più disponibile ad ascoltare in fase di progetto le nostre richieste. L’installazione è più netta, pulita e in sinergia con il resto della vettura. Le difficoltà più grandi sono state in termini di telaio per far entrare il compressore, che è dal lato opposto del motore, rispetto a Renault. Il pacco batterie poi è diverso rispetto a Renault.

Ma il pacco batterie è più grosso o più piccolo rispetto a Renault?

Non si può dire, hanno una forma diversa. A livello volumetrico è identico, ma cambiano le proporzioni. Tendenzialmente Honda va verso l’alto come peso delle batterie.

A proposito di Honda, si vocifera del passaggio di Honda verso Red Bull.

Questo lo posso dire, sappiamo che dalle analisi dare delle prove, Honda e Renault hanno potenze identiche, 50 cv in meno di Ferrari e Mercedes. Abbiamo visto l’affidabilità Honda e la disponibilità del motorista giapponese ad ascoltarci. Inoltre la sede Honda è a Mylton Keynes, vicino alla Red Bull. Non è ufficiale ma preparatevi ad una Red Bull Honda per il prossimo anno.

Motorsport riporta che Toro Rosso ed Honda hanno usato durante i test a Barcellona tre motori:

Non abbiamo usato sempre lo stesso motore. Il motore usato la prima settimana era una specifica da banco, quindi quello che girava a Mylton Keynes. Quello della seconda settimana è uno solo e girava in specifica gara Australia. Due motori, tirati al massimo. Ma non tre. Non sappiamo se il cooling sarà adeguato per l’Australia, ma abbiamo varie specifiche che possiamo adottare.


Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.