Alonso, una stagione 2018 per provare a entrare nella leggenda

Fernando Alonso è pronto per un 2018 in cui sarà imegnato in Formula 1 e nel mondiale Endurance, senza dimenticare la gara di Indy.

di Giulio Scaccia

L’asturiano, due volte campione del mondo, si appresta a vivere una stagione “Old Style”, come erano quelle dei piloti anni 60 e 70. Un super impegno per Fernando Alonso, classe 1981, non certo più di primo pelo. Il sogno dell’asturiano è il terzo titolo mondiale ma anche quello di trionfare a Le Mans e ad Indy, cosa riuscita nella storia soltanto a Graham Hill. E’ proprio quella tripla corona, così chiamaa, che è il sogno del pilota di Oviedo.

Alonso dovrà affrontare un gran numero di gare nei due campionati. La FIA gli è anche venuta incontro cambiando l’orario della gara Sei Ore del Fuji.

Durante la presentazione della nuova McLaren per la stagione 2018, il modello MLC33, con una aerodinamica raffinata e un motore Renault che a Woking sperano dia soddisfazioni, Alonso ha parlato della stagione che sta per cominciare e della nuova monoposto:

Se siamo in grado di sviluppare i punti di forza del telaio dello scorso anno e di sposarlo con il nuovo propulsore Renault, allora penso che saremo in grado di fare un passo avanti. L’auto sembra ben fatta e penso che il nuovo colore sia davvero eccezionale.

Continua Fernando:

Il mio inverno è stato più corto del solito, dato che ho partecipato ad una gara di 24 ore e ho fatto diversi test con au5to sportive. Però, non vedo l’ora di salire su un’auto di Formula 1.

Chi ama la Formula 1 è affascinata da questa sfida. Il pilota non è da mezze misure: o è molto amato o non è sopportato. Certo è che rimane uno dei “manici” di maggior valore presenti nel circus, anche a detta dei suoi avversari diretti.

Certo è che avrebbe dovuto e potuto raccogliere di più.

Non sempre i rapporti con il team, i tecnici e i compagni di squadra sono stati dei migliori. Una domanda che sorge spontanea è come gestirà il rapporto con i piloti con cui dividerà la Toyota nel WEC.

Sicuramente Alonso il rapporto con i tifosi lo ha sempre curato molto bene. Durante lo shake down della MCL33 ha lanciato un chiaro messaggio:

A tutti i tifosi voglio dire che stanno per arrivare tempi migliori dopo aver faticato a lungo. Ora è il team è più forte e solido rispetto agli ultimi anni.


Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.