Il mondiale di F1 2018 si avvicina, inizia il countdown per Melbourne

Il mondiale di F1 è sempre più vicino, mancano solamente 84 giorni per il round inaugurale di Melbourne. Ci si attende un mondiale 2018 ancor più avvincente, con una lotta serrata tra Mercedes e Ferrari, e con una Red Bull pronta ad inserirsi. Ma non solo.

La F1 ci ha regalato un mondiale 2017 a dir poco avvincente. Una stagione che ha visto ancora una volta la  Mercedes vincere entrambi i titoli, dopo una lotta serrata con la Ferrari lungo tutto il mondiale. All’inizio del mondiale di F1 2018 mancano esattamente 84 giorni, con il countdown per Melbourne che è già iniziato. Dal prossimo mondiale di F1 già dietro l’angolo, sono tante le aspettative da parte degli appassionati sparsi in tutto il globo.

Certamente ci si aspetta in primis un’altra lotta tra Mercedes e Ferrari, con una rivincita tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Il tedesco della Ferrari venderà cara la pelle dopo esser stato leader del mondiale per quasi tutto il 2017. Dall’altra parte l’inglese della Mercedes cercherà di raggiungere Juan Manuel Fangio, con la rincorsa al 5° mondiale.

Ma sia Hamilton che Vettel dovranno fare i conti con i rispettivi compagni di squadra, ovvero Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen. Entrambi i finlandesi hanno già suonato la carica in vista del 2018, affermando che non vorranno più fare da scudieri per i rispettivi team-mate. Il sogno sarà quello di vedere una lotta a 4 per il mondiale 2018.

Attenzione però alla Red Bull, cresciuta notevolmente nella seconda parte della stagione, dimostrando di avere le carte in regola per puntare all’iride 2018. Sia Max Verstappen, che Daniel Ricciardo rispondono presenti all’appello. Una coppia di piloti così agguerrita non può che essere tenuta in considerazione per il mondiale di F1 2018. L’unico punto di domanda per la scuderia anglo-austriaca sarà la consistenza della power-unit Renault (marchiata Tag-Heuer).

La stessa power-unit Renault che sarà montata sulla McLaren, fresca di divorzio con la Honda. Proprio dal nuovo binomio McLaren Renault, ci si attende il miglior salto di qualità in griglia. Soprattutto Fernando Alonso si aspetta di poter tornare a lottare per qualcosa di importante. Perchè la F1 ha bisogno di vedere un pilota dal gran talento come lo spagnolo li davanti, a dare filo da torcere ai migliori.

Per concludere il discorso Renault come non citare il team ufficiale della casa francese. Quest’anno la casa francese non avrà più scuse, dovrà issarsi li nella parte alta della classifica. Il budget non manca, il personale tecnico nemmeno, e con la coppia di piloti Hulkenberg-Sainz si può puntare veramente a qualcosa di grande.

Magari non nella prima parte di stagione, ma nella seconda l’obiettivo del podio dev’essere centrato. Il 2019 rappresenta indicativamente l’annio in cui la Renault può puntare per la lotta per il titolo mondiale. D’altronde un ritorno così importante in F1 come quello della casa francese, non è di certo appagato con la conquista di qualche punto.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento